Manifattura: quali opportunità di lavoro per i giovani?

Studio Baldassi
0
0

Uno dei maggiori problemi che ancora oggi rende difficile la sostenibilità delle politiche economiche nazionali e la possibilità dell’uscita dalla crisi è l’elevato tasso di disoccupazione, soprattutto quella giovanile e femminile.

Probabilmente il vero problema che riduce la possibilità di generare occupazione è la mancanza di lungimiranza a livello politico sulla necessità di favorire le Piccole Medie Imprese e tutelare il loro peso all’interno del contesto economico nel quale operano. Le PMI infatti, tendono a non assumere più, a causa non solo della crisi, ma anche della progressiva diminuzione della domanda a livello internazionale, che ha reso impossibile fare delle stime sulla produzione futura.

In queste condizioni emergono le vere peculiarità di molti giovani italiani che sempre più spesso, se non riescono a trovare un lavoro se lo creano. E’ il caso dei makers, artigiani 2.0 che grazie ad innovazione e manualità, riescono a reinventarsi un lavoro, ristudiandolo al punto da renderlo migliore. La ricerca della manualità è certamente una scelta che paga, anche perché tale comparto è uno di quelli a più elevata richiesta di manodopera. Manifattura, servizi alle aziende e nuove tecnologie, tutti settori che hanno segnato il passo in termini di crescita nell’ultimo periodo. Un incremento che si è tradotto anche in nuova forza lavoro: una crescita del +4.5% quella registrata negli ultimi 12 mesi in termini di assunzioni nel settore.

[callto]Cerchi credito per la tua azienda?[/callto]