Nuove indennità per i veicoli aziendali

Redazione MondoPMI
0
0

Novità normative per le Piccole Medie Imprese, la Riforma del Lavoro porta con se alcuni cambiamenti per le flotte aziendali. Da quest’anno cambiano le regole per la deducibilità dei costi delle auto in azienda.

  • Detrazioni e deduzioni. Le detrazioni passano dal 40% al 27,5%. L’importo massimo di deduzione del costo di acquisto passa da 7.230,40 euro a 4.970,90. Per i noleggi a lungo termine invece la deduzione massima del canone sarà di 994,18 euro all’anno.
  • Uso promiscuo o esclusivo. Per le auto concesse per più di 183 giorni l’anno, la deduzione passa dal 90% al 70%, con un 30% da tassare al dipendente. Nel caso di auto impiegate esclusivamente in azienda la riduzione della detrazione è pari al -31,25%, aumentando la convenienza del rimborso chilometrico.
  • Rimborsi. Con il termine Rimborso Spese, s’intende i costi anticipati da dipendenti o lavoratori autonomi incaricati dall’impresa di svolgere determinate attività. I rimborsi sono, inoltre, indennità chilometriche per i dipendenti, erogate in caso di trasferte con veicoli personali. Per questi costi l’azienda può dedurre il totale della tariffa Aci oltre alla parte proporzionale della percorrenza, come chiarito dalla risoluzione dell’Agenzia delle Entrate. Diversa detrazione per le auto aziendali utilizzate da agenti e rappresentanti di commercio, per i quali resta all’80%, mentre taxi, scuole guida o noleggio, rimangono deducibili al 100%.

Per quanto riguarda l’IVA dei veicoli aziendali, per tutti i casi resta detraibile al 40% anche per il 2013. Per le imprese risulta quindi più conveniente erogare le indennità chilometriche al dipendente piuttosto che intestarsi un’auto aziendale.