Pagamenti PMI: pronti i decreti legge

Redazione MondoPMI
0
0

Ieri il viceministro dell’Economia Vittorio Grilli ed il ministro dello sviluppo Corrado Passera hanno incontrato il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia ed i rappresentanti di Abi (Associazione Bancaria Italiana), Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e Rete Imprese Italia per ultimare i decreti necessari a sbloccare i crediti delle imprese verso lo Stato.
L’incontro ha portato a quattro il numero dei decreti:

  • uno sulle certificazioni dei crediti con lo Stato;
  • uno per le certificazioni dei crediti che le aziende, ed in particolar modo le PMI, hanno con gli enti locali, regioni e strutture sanitarie. A tal proposito l’incontro avrebbe anche mantenuto salvi gli interessi sul debito non ancora pagato, i quali continuerebbero dunque a maturare;
  • uno relativo alle compensazioni tra crediti e debiti (oltre ai crediti fiscali, potranno essere compensati anche quelli contributivi – Inps e Inail – e i tributi a livello locale come l’Imu);
  • uno per la creazione del Fondo di garanzia da 1,2 miliardi (rifinanziabile) per le PMI, a copertura fino all’80% degli anticipi che le banche faranno alle aziende scontando i crediti (cosiddetto “Pacchetto debiti PA”); per l’ammissione alla garanzia del Fondo, i crediti devono essere certificati dall’amministrazione debitrice, sia nell’ammontare che nella loro certezza, esigibilità e liquidità.

Le imprese hanno inoltre ottenuto la riduzione dei tempi di attesa per i pagamenti, prima fissati in 12 mesi e che ora potrebbero dimezzarsi.
Il ministro Passera, cui spetta il decreto sull’assicurazione del credito, è ottimista e ha dichiarato che oggi potrebbe arrivare il via libera, forse attraverso lo stesso premier Monti, in veste di ministro dell’Economia.
Anche l’Abi si è impegnata a contenere costi e tempi; banchieri e imprenditori si incontreranno a Palazzo Altieri (sede dell’Abi) per siglare l’accordo.