PMI: in arrivo finanziamenti per il pagamento del TFR anticipato

Redazione MondoPMI
0
0

Quella del TFR anticipato in busta paga è sicuramente una delle misure più discusse tra quelle introdotte dall’ultima Legge di Stabilità, anche perché sono in molti a chiedersi dove le imprese troveranno i soldi per pagare queste somme ai dipendenti che decideranno di avvalersi di tele possibilità.

Proprio a questo è destinato a rispondere l’accordo che è stato siglato nelle scorse settimane tra ABI e i ministeri dell’Economia e del Lavoro, che prevede l’erogazione di finanziamenti alle imprese finalizzati al sostenimento delle spese che deriveranno dal pagamento del TFR anticipato in busta paga ai dipendenti.

L’accordo con ABI permette alle aziende con meno di 50 dipendenti potranno accedere a finanziamenti a tasso agevolato per far fronte al maggiore esborso mensile dovuto alle eventuali richieste di erogazione mensile dell’importo altrimenti destinato al trattamento di fine rapporto. L’impresa potrà accedere ai finanziamenti presentando alla banca la certificazione INPS del TFR maturato e una visura camerale che attesti che non sussista situazione di difficoltà dell’azienda. Successivamente sarà la banca stessa a presentare all’INPS la richiesta per finalizzare l’operazione. Il finanziamento, quindi, sarà garantito dall’INPS e controgarantito dalla Stato.

Il finanziamento siglato tra impresa e banca fornirà una disponibilità creditizia del TFR da versare mensilmente a partire da giugno 2015.