Rapporto sul credito ABI: crescono i prestiti alle imprese

L'Associazione Bancaria Italiana ha pubblicato i dati sui prestiti a imprese e famiglie.

Redazione MondoPMI
0
0

Il rapporto sul credito dell’Associazione Bancaria Italiana (ABI), pubblicato il 20 febbraio, fotografa una situazione positiva per i prestiti alle imprese e alle famiglie.

L’Associazione Bancaria Italiana ha pubblicato il rapporto sul credito aggiornato al 31 gennaio 2018, con stime calcolate sulla base dei dati ufficiali della Banca d’Italia sui finanziamenti a famiglie e imprese. La situazione che emerge è nel complesso soddisfacente: i prestiti bancari a imprese e famiglie continuano il trend positivo degli ultimi due anni, raggiungendo ora un tasso di crescita annua di +1,8%, il più alto negli ultimi sei anni. Allo stesso tempo, i tassi di interessi mostrano una situazione in evoluzione per i prestiti bancari: a gennaio 2018 il tasso medio è pari al minimo storico di 2,69%.

Prestiti alle imprese in crescita

Per quanto riguarda la situazione delle imprese, anche il tasso medio per l’accensione di nuovi mutui risulta essere al minimo storico. Secondo i dati ABI infatti, il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese aggiornato a gennaio 2018 è pari all’1.45%, in calo rispetto al mese precedente.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Prestiti alle famiglie e sofferenze nette

Condizioni ugualmente favorevoli per le famiglie, l’ammontare totale dei mutui in essere nel 2017 ha registrato una crescita del +3.2% rispetto all’anno precedente. Quanto alla tipologia del tasso, circa i due terzi delle nuove erogazioni di mutui hanno un tasso fisso. Anche il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni risulta vicino al minimo storico (1,90%) di dicembre 2017, confermandosi all’1,92%.

Per quanto riguarda le sofferenze bancarie nette, ossia al netto di svalutazioni e accantonamenti fatti dalle banche con proprio risorse, si attestano sui 64,4 miliardi di euro, un valore in chiaro calo rispetto all’86,8% registrato nel dicembre 2016. Il rapporto tra sofferenze nette su impieghi totali è diminuito al 3.71%, contro il 4,89% di fine 2016.

In conclusione, la situazione che emerge dal rapporto di ABI è nel complesso positiva e mostra la crescita più alta degli ultimi anni per i prestiti alle imprese e alle famiglie.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock