Ricerca Ocse 2013: dal 2011 calano i finanziamenti alle PMI

Redazione MondoPMI
0
0

Secondo il rapporto Financing SMEs and Enterpreneurs, diffuso dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico 2013, l’Italia è uno dei pochi paesi Ocse dove si è registrato un calo dei finanziamenti alle Piccole Medie Imprese nell’anno 2011.

Un calo dell’1,9% rispetto all’anno precedente. Lo studio evidenzia come le PMI con meno di 250 addetti, che rappresentano il 99,9% delle aziende in italia e l’80% della forza lavoro, hanno raccolto per l’anno in esame solo il 18,3% del totale delle aziende italiane. Un dato che contrasta con il 79% raccolto dalle PMI svizzere o dal 77,7% di quelle sudcoreane.

Le restrizioni sui prestiti alle imprese hanno colpito soprattutto l’Eurozona con la crisi del debito sovrano e la flessione negativa dell’attività di finanziamento impresa delle banche.

Nel 2011 la stretta sul credito è stata più forte per le Piccole Medie Imprese, rispetto alle grandi aziende. Un dato negativo che contrasta con la crescita dei prestiti del 1,2% nel 2009 e del 6,6% nel 2010.

Una differenza sostanziale rispetto ai primi anni di recessione, che ha colpito sia le piccole che le grandi banche. Aumentano nel 2011 il tasso di richieste respinte, che sale al 19% di fine 2011, rispetto all’8% del 2010, e il tasso di interesse pagato che era del 5% in media per le PMI, rispetto al 3,3% applicato alle grandi aziende.

L’analisi dell’Ocse ha registrato inoltre un aumento dei prestiti in sofferenza delle PMI e un incremento dei ritardi nei pagamenti ai fornitori che nel 2012 si attestava a 25 giorni, contro i 14 delle grandi imprese che, secondo il rapporto, possono beneficiare di un maggiore potere contrattuale.

La ricerca dell’Ocse, condotta su 25 paesi, ha il merito di evidenziare l’inversione di tendenza per le PMI  che dall’inizio della recessione avevano mantenuto una percentuale positiva per quanto riguarda l’accesso al credito. Un dato negativo al quale bisogna reagire, come spiega il Segretario Generale dell’Ocse, Angel Gurria:

“le PMI possono sfruttare il loro potenziale solo se riescono ad ottenere i finanziamenti necessari per avviare e far crescere il loro business”.

[callto]Cerchi credito per
la tua azienda?[/callto]