Rincari energia elettrica: a pagare sono le PMI

Secondo Confartigianato il 76% in più rispetto al trimestre precedente.

Redazione MondoPMI
0
0
rincari-energia-elettrica

Il caro bollette è un tema molto sentito dagli italiani, in particolar modo a chi fa impresa ogni giorno, perché eventuali rincari rischiano di tradursi nella necessità di aumentare i prezzi o di ridurre i proprio margini.

In questi giorni, l’allarme è stato lanciato anche da Confartigianato, con particolare riferimento agli aumenti in bolletta per i servizi elettrici. Secondo le stime “nel terzo trimestre del 2016 i costi per il mantenimento in equilibrio del sistema elettrico hanno subito un’impennata che per le piccole imprese alimentate in bassa tensione si tradurranno in un rincaro in bolletta di 677 milioni di euro, pari al 76% in più rispetto al trimestre precedente”.

A parlare è il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti, che evidenzia la necessità di proposte concrete per ridurre l’impatto di questi ulteriori rincari, insostenibili per i piccoli imprenditori.

Il sistema non è uguale per tutti

“Va affrontato rapidamente il problema della sostenibilità dei costi del sistema elettrico – dice Merletti – e bisogna mettere mano ad assurde disparità di trattamento: perché alcune imprese sono esonerate dal pagamento di componenti della bolletta elettrica come l’uplift, vale a dire il corrispettivo a copertura dei costi sostenuti da Terna per evitare blackout? Non possiamo più tollerare un sistema iniquo e sperequato a nostro danno come quello degli oneri generali di sistema, quegli 11 balzelli nella bolletta elettrica che costano alle imprese 12 miliardi e vengono pagati per il 46% dalle piccole e piccolissime imprese”.

Il problema verrà affrontato anche oggi in Senato, dove l’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Servizio Idrico è chiamata a per chiarire le responsabilità dei rincari. La speranza di Confartigianato è che si possa arrivare in tempi brevi ad un tavolo di confronto con le organizzazioni imprenditoriali affinché si possano trovare soluzioni definitive a questo tipo di problemi.

Image Credit: shutterstock