Un nuovo bando in Veneto per le start up innovative

Più fondi per le PMI che investono in ricerca e sviluppo

Redazione MondoPMI
0
0

É stato creato un nuovo bando in Veneto per le start up innovative della regione. La giunta regionale si mostra a favore delle PMI che investono nella ricerca e nello sviluppo, sostenendole e creando nuovi fondi a cui poter accedere. Come dimostrano le varie statistiche e le diverse indagini effettuate, dai dati raccolti è risultato che il nord-est mantiene la propria posizione in qualità da “traino” per il resto delle regioni italiane.

L’obiettivo per la creazione di diversi finanziamenti e bandi come quello in questione si riscontra nel voler rafforzare la crescita del Prodotto Interno Lordo della Regione Veneto.

Bando in Veneto per le start up innovative : chi può partecipare?

Il bando è destinato solo ed esclusivamente alle start up innovative registrate ed iscritte all’interno della Sezione Speciale del Registro delle Imprese a loro assegnata. Ci sono inoltre alcuni requisiti che le PMI devono rispettare: la loro sede deve essere in Veneto, devono presentare i contributi e i relativi oneri in regola, e dimostrare di avere una situazione finanziaria stabile.
TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Quali sono i settori a cui si rivolge il bando in Veneto?

Il nuovo bando in Veneto per le start up innovative coinvolge quattro settori diversi.

Si tratta dei seguenti:

  • Smart Agrifood
  • Sustainable Living
  • Smart Manufacturing
  • Creative Industries 

Le start up innovative appartenenti ai settori in questione dovranno presentare dei progetti riguardanti l’avvio di ricerche per la micro e la nano elettronica, per materiali avanzati, fotonica, biotecnologie industriali, sistemi avanzati di produzione e nanotecnologie.

Quali sono le spese ammissibili?

Tutte le spese riguardanti investimenti in beni materiali come quelle per macchinari e attrezzature e immateriali come quelle per l’ottenimento dei brevetti, delle licenze e dei software necessari all’impresa. Pure il noleggio, di attrezzature e di strumenti riguardanti la messa in atto del progetto e della relativa consulenza esterna, sarà finanziato. Il piano che verrà presentato dalla PMI dovrà rientrare tra un minimo di 15mila euro e un massimo di 200mila. Sarà infatti coperto il 60% delle spese ammissibili.

Come partecipare al bando?

Sul sito della Regione è possibile scaricare la documentazione necessaria per la compilazione della domanda di partecipazione. Il passaggio successivo prevede l’inoltro online della modulistica tramite il Sistema Informativo Unificato per la Programmazione Unitaria della Regione Veneto. Il termine per la presentazione è fissato al 5 ottobre.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock