6 Twitter Tools per migliorare la visibilità della tua PMI

Redazione MondoPMI
0
0

Includere twitter nella propria strategia di Social Media Marketing significa essere attivi e partecipare alle conversazioni.

La piattaforma infatti richiede tempo e impegno per essere assorbita e sfruttata al meglio, proprio per questo è utile adottare alcuni strumenti per gestire e monitorare la propria attività.

Esistono numerosi tool dedicati a Twitter, ne abbiamo selezionati 6 particolarmente adatti alle Piccole Medie Imprese che vogliono programmare la propria attività senza dover essere online ogni volta che si desidera condividere un contenuto, vediamoli nel dettaglio.

Hootsuite

Hootsuite è probabilmente lo strumento di social media management più completo. Attraverso il suo pannello, è possibile gestire tutti gli account social, da Facebook a Twitter, ed è anche in grado di trovare i tempi ottimali per i vostri tweets. E’ disponibile su tutti i dispositivi: pc, tablet, smartphone. Nella versione free non costa nulla ed è possibile gestire solo 5 profili social, associare 2 feed rss, avere le statiche base ed inviare messaggi programmati.

Tweet Deck

E’ uno strumento efficace per una gestione avanzata dei vostri canali twitter. Specifico per la piattaforma di micro-blogging è possibile scaricarlo sul vostro pc o Mac ma anche usarlo come Chrome Add-On. Potete costruire feed personalizzati di notizie utilizzare filtri e programmare tweet; monitorare l’account e osserverete l’andamento.

Buffer

Grazie a buffer si può impostare una pianificazione per i tweet ma anche per altri social network (LinkedIn, Facebook e Google+). Sull’account gratuito è permesso programmare fino a 10 tweet alla volta, mentre a pagamento si può gestire più Tweets – anche per diversi account. Oltre alla programmazione, Buffer suggerisce alcuni tweet (link, citazioni) in lingua inglese sul tema di vostro interesse ed offre alcune statistiche molto utili come per esempio quanti retweet o preferiti hai ottenuto e quante volte è stato cliccato il link condiviso. Questo è un grande aiuto per comprendere quali contenuti hanno ottenuto maggior coinvolgimento e su quali temi sviluppare il piano editoriale.

Socialoomph

Questo strumento consente di impostare una coda di tweets, utile per particolari iniziative ed eventi che necessitano di più messaggi in un lasso di tempo inferiore, ma anche per programmare il lancio di vecchi articoli del vostro blog che ritenete ancora rilevanti. Attenzione però a non creare flussi di tweet troppo brevi (poco distanziati temporalmente) perché potrebbero risultare troppo invadenti per i propri follower.

ManageFlitter

Con ManageFlitter è possibile analizzare i propri follower e following scegliendo se “seguire” o “smettere di seguire” account poco attivi o che semplicemente non hanno corrisposto al vostro follow. Inoltre ha un’opzione di pianificazione “Powerpost” che, analizzando i seguaci, offre le tempistiche migliori per condividere i contenuti: cioè quando la maggioranza è online. È  possibile programmare diversi tweet e  creare ricorrenze.

Sendible

Si tratta di uno strumento che permette la gestione ma anche il lancio di tweet e retweet automatici in base alle parole chiave impostate. Un tool da maneggiare con cura e attenzione che va testato e monitorato, utile nella fase di partenza perché consente di risparmiare tempo sulla creazione di contenuti ad hoc.

Attraverso questi twitter tools è possibile migliorare la propria strategia automatizzando alcuni processi. Strumenti di valore che però non sostituiscono il social media manager, anzi lo supportano. Rimane infatti determinante la cura dei contenuti e l’interpretazione dei dati (sentiment), in base a target ed obiettivi, un lavoro artigianale  che ancora vede l’uomo protagonista indiscusso anche all’interno delle piattaforme social.