Agevolazioni e vantaggi nel costituire una startup innovativa

Incentivi e agevolazioni al fine di stimolare l'imprenditorialità

Redazione MondoPMI
0
0
startup innovativa

Il Decreto Crescita 2.0 che ha introdotto la figura della startup innovativa ha previsto una lunga serie di agevolazioni e vantaggi per questo tipo di imprese. Nel complesso, si tratta di semplificazioni che allentano i vincoli burocratici e regalano più flessibilità alle imprese innovative nei loro primi anni di vita.

I vantaggi della normativa per le startup innovative

La normativa prevede diversi vantaggi ai quali le startup innovative possono accedere sia in fase di costituzione sia nei successivi momenti di vita dell’azienda. Ad esempio, le startup innovative:

  • possono costituirsi online, attraverso la piattaforma dedicata startup.infocamere.it, compilando il modello di costituzione e applicando la propria firma digitale;
  • sono esenti dall’imposta di bollo e dai diritti camerali;
  • godono di regole speciali per la gestione dei contratti di lavoro;
  • sono soggette a una procedura più snella per la compensazione dei crediti IVA;
  • possono adottare sistemi flessibili di remunerazione, con un insieme di remunerazione fissa e variabile, oppure tramite partecipazione a quote di capitale;
  • hanno vantaggi anche sul piano del diritto societario: il Decreto Crescita 2.0 ha introdotto delle deroghe in particolare alla disciplina delle srl, riducendo le differenze con una spa. Inoltre, alle startup innovative si applicano regole diverse per l’appianamento delle perdite e in caso di fallimento (fail fast).

Le agevolazioni previste dalla normativa si applicano nei primi 5 anni di vita della startup innovativa. Trascorso questo termine, la società può trasformarsi in PMI innovativa e accedere alla disciplina di vantaggio prevista per questo tipo di società, per tutto il tempo in cui mantiene i requisiti.

Banca IFIS Impresa

 

Gli incentivi per la costituzione di startup innovative

Gli incentivi nazionali sono gestiti da INVITALIA, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo dell’impresa. Scopo di questi incentivi è quello di favorire la nascita di nuove attività imprenditoriali, specialmente nelle aree del Paese nelle quali lo sviluppo di realtà innovative è più lento. Oltre ai piani di incentivi INVITALIA, le startup possono accedere a incentivi promossi da istituzioni locali oppure da istituti finanziari, società di investimento private o incubatori certificati.

La disciplina delle startup innovative prevede vantaggi fiscali anche per i finanziatori: per le persone fisiche è prevista una detrazione IRPEF del 30% per finanziamenti fino a un milione di euro all’anno, mentre per le persone giuridiche è prevista la possibilità di dedurre dall’imponibile IRES il 30% dei finanziamenti annui fino a un massimo di 1,8 milioni di euro.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock