Agricoltura 4.0: come sta cambiando il settore

Quali cambiamenti interessano il settore agricolo con l’introduzione dei sistemi di agricoltura 4.0?

Redazione MondoPMI
0
0
Agricoltura 4.0

Cos’è l’agricoltura 4.0

Quando si parla di agricoltura 4.0 si intendono tecniche di agricoltura di precisione o che implicano l’adozione di soluzioni di connettività e digitali. L’uso di macchinari e di sistemi smart da un lato permette la raccolta dei dati in tempo reale e dall’altro lato migliora l’efficienza produttiva.

Grazie a questi sistemi è possibile mappare le caratteristiche dei terreni e tenere in considerazione i fattori ambientali e climatici, in modo da individuare le migliori tecniche di coltivazione e rendere efficiente, ad esempio, irrigazioni e concimazioni.

Le soluzioni di agricoltura 4.0 stanno iniziando a cambiare il volto dell’agricoltura italiana, anche se non sono ancora diffuse in maniera capillare sul territorio. Ad oggi meno dell’1% del terreno agricolo italiano viene coltivato seguendo questi metodi.

Banca IFIS Impresa

I benefici per il settore agricolo italiano

Secondo la rilevazione dell’Osservatorio Smart Agrifood del Politecnico di Milano e del laboratorio RISE dell’Università degli Studi di Brescia, in Italia il settore dell’agrifood nel 2018 è cresciuto del 270% rispetto all’anno precedente.

Sono quattro le principali motivazioni che hanno spinto le imprese a integrare nel loro processo produttivo delle soluzioni tecnologiche di agricoltura 4.0:

  • valorizzare la qualità d’origine dei prodotti;
  • migliorare la sicurezza alimentare;
  • migliorare e rendere più efficienti i sistemi di produzione;
  • migliorare la qualità del servizio.

Anche se aumenta il numero di imprese agricole che adottano soluzioni tecnologiche avanzate per il controllo di diverse fasi della produzione, ci sono ancora ostacoli culturali e infrastrutturali da superare.

Agricoltura di precisione e sistemi che sfruttano l’Internet of Things e l’Internet of Farming possono dare una forte spinta allo sviluppo del settore agroalimentare italiano. I risultati dell’analisi dei dati e le soluzioni che migliorano l’efficienza produttiva possono essere infatti condivisi all’interno della filiera, andando a beneficio di tutti gli attori.

Agricoltura 4.0 e smart agrifood andrebbero sfruttate non solo per migliorare le tecniche produttive, ma anche come strumenti di tutela del patrimonio agroalimentare italiano. Sistemi di tracciabilità e soluzioni innovative per la produzione e la conservazione dei prodotti facilitano il mantenimento delle caratteristiche dei prodotti e rendono più complesse le contraffazioni.

Il settore dell’agricoltura 4.0 in Italia vale 430 milioni di euro e posiziona l’Italia tra i principali attori in Europa. Complessivamente, il nostro Paese copre il 5% del mercato mondiale e il 18% del mercato europeo.