Cloud Computing: sicurezza informatica per le PMI

Trend positivo dell’utilizzo di sistemi di archiviazione digitale dei dati

Redazione MondoPMI
0
0

Con la continua digitalizzazione degli strumenti informatici e l’avvicinamento al mondo dell’industria 4.0, diviene sempre più importante anche la sicurezza informatica per le PMI. Uno strumento molto utile per garantire una maggiore flessibilità e accessibilità ai dati e alle informazioni aziendali è il sistema di cloud computing: attraverso l’archiviazione dei dati all’interno di “nuvole” digitali è così possibile accedere a tutte le informazioni necessarie in qualunque momento e da qualsiasi tipo di device.

Viene quindi meno l’utilizzo di server o altre infrastrutture fisiche IT, a favore di queste risorse informatiche ospitate da terzi. Lo conferma anche un rapporto dell’Osservatorio Cloud & ICT del Politecnico di Milano, il quale mostra l’utilizzo del sistema di archiviazione digitale nel 2016 da parte delle imprese italiane. Nello scorso anno infatti si è registrato un incremento di aziende che sfruttano queste risorse informatiche del 18%, pari a circa 17 miliardi di euro.

Dal report, la ricerca di sicurezza informatica per le PMI è direttamente proporzionale alla dimensione dell’azienda: sono infatti le realtà con più di 50 dipendenti a presentare una percentuale maggiore di adesioni ai sistemi di cloud computing (40%), mentre per quelle con un numero di dipendenti tra i 10 e i 40, la percentuale si attesta solo al 20%.

L’adozione di questi sistemi informatici varia anche a seconda dei settori di appartenenza delle aziende in questione:

  • Manifatturiero (23% del mercato)
  • Bancario (21% del mercato)
  • Telecomunicazioni e media (14% del mercato)
  • Servizi (10% del mercato)
  • Grande distribuzione e commercio (9% del mercato)
  • Pubblica Amministrazione e sanità (9% del mercato)
  • Servizi pubblici locali (9% del mercato)
  • Assicurazioni (5% del mercato)

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Secondo un’indagine effettuata da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea, che confronta i dati tra i diversi Paesi, il 40% delle aziende italiane utilizza il cloud computing per processi di archiviazione, elaborazione e trasmissione dei dati: l’evoluzione e la velocizzazione di Internet e della navigazione da mobile ha determinato una sostanziale crescita nello sfruttamento della “nuvola” digitale tra gli imprenditori. Inoltre, le aziende che lo utilizzano per attività legate all’amministrazione del personale, alla gestione delle paghe, alla comunicazione, promozione e illustrazione dei prodotti ai clienti sono passate dal 20% al 40%.

Sistemi di sicurezza informatica per le PMI come il cloud computing rappresentano un vero e proprio vantaggio competitivo sotto molteplici punti di vista: in primo luogo per la semplificazione della gestione del personale, degli stipendi e dei contributi; permette poi una maggiore personalizzazione dei servizi e flessibilità nell’utilizzo dei dati; infine limita l’esposizione economica e i costi per le infrastrutture informatiche IT.   

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock