Come impostare una strategia di content marketing per le PMI

Dall’analisi della concorrenza alla definizione degli obiettivi, ecco i principali passi da compiere.

Redazione MondoPMI
0
0
come impostare una strategia di content marketing per le pmi

Usare i contenuti online per il proprio marketing è sempre più fondamentale anche per le imprese di piccole dimensioni.

 

Banca Ifis

 

Il content marketing per le PMI: da dove partire

Per content marketing, o marketing dei contenuti, si intende una strategia che sfrutta l’insieme dei contenuti prodotti da un’azienda (testi, immagini, video, audio, eccetera) allo scopo di incrementare la conoscenza del marchio, aumentare la fidelizzazione della clientela e, in ultima analisi, far crescere le vendite.

A differenza di quanto accade con i contenuti prettamente pubblicitari, nel content marketing al centro dell’attenzione ci sono le informazioni che l’azienda decide di veicolare al proprio pubblico. Queste informazioni non sono direttamente riferite all’azienda e ai suoi prodotti o servizi, ma sono consigli e contenuti informativi che rispondono ai bisogni o alle domande del pubblico.

Attraverso la condivisione di contenuti rilevanti e di valore, le PMI hanno la possibilità di trasmettere la propria competenza e costruire con il proprio pubblico un rapporto basato sulla fiducia.

Come è fatta una strategia di content marketing per le PMI

Per poter definire la strategia di content marketing per una piccola o media impresa bisogna innanzitutto analizzare il contesto in cui l’azienda si muove, considerando le caratteristiche del settore e i target di pubblico che vuole raggiungere. Valutare anche la concorrenza e verificare quali sono le strategie di content marketing che sono state attuate dai concorrenti può essere utile per avere un quadro più completo dell’ambiente che circonda l’impresa.

Sulla base di queste considerazioni preliminari è possibile definire quali sono gli obiettivi della strategia di content marketing. Una startup o un’impresa di nuova costituzione, ad esempio, possono individuare nella riconoscibilità del marchio (brand awareness) il proprio obiettivo principale, mentre un’impresa già nota può definire una strategia di contenuti finalizzata a rinforzare il rapporto di fiducia instaurato con la propria clientela e a promuovere i propri prodotti o servizi verso altri segmenti di clientela.

Dopo aver fissato gli obiettivi, si può stabilire quali canali usare per la distribuzione dei contenuti. Fornire contenuti informativi e di qualità sul sito internet e sul blog aziendale è il punto di partenza, a cui si possono aggiungere i contenuti sui social network, una newsletter o un podcast, solo per fare degli esempi.

Compito della strategia di content marketing è anche quello di definire gli elementi che renderanno riconoscibili le comunicazioni aziendali, a partire dal tono di voce da usare nella produzione di contenuti.

Infine, è importante dedicare tempo e risorse all’analisi dei risultati. Monitorare regolarmente l’andamento delle attività e i risultati raggiunti con i diversi tipi di comunicazione permette di verificare l’efficacia della strategia e consente miglioramenti o adattamenti della stessa.