Creatività per PMI e startup: la crisi per costruire nuovo business

Studio Baldassi
0
0

La creatività è da sempre una delle qualità più importanti per un imprenditore, ma secondo Newsweek questa caratteristica è in calo rispetto al 1980. Una ricerca effettuata lo scorso anno sui giovani americani ha evidenziato questa tendenza. Un dato che non sembra influire sulle imprese che, soprattutto in questo periodo di difficoltà, sembrano tirar fuori dal cilindro nuove idee e startup per competere nel mercato e costruire nuovi business.

Il vero motore della creatività imprenditoriale si trova però nelle Piccole Medie Imprese proprio per la continua necessità tipica di questi business di cercare nuove nicchie di mercato e nuovi driver per l’innovazione.  A sostenere questa tesi Angelo Mastrangelo della Binghamton University.

Creatività intesa come talento e tenacia, conoscenza, competenza, sfida per ottenere risultati che hanno valore, ma soprattutto creazione di nuovi prodotti e nuovi servizi. Nuove strategie connesse alle opportunità digitali diventano premianti per quelle realtà dinamiche, di piccole e medie dimensioni, che sanno adattarsi alle esigenze del nuovo consumatore iperconnesso e consapevole.  Per stimolare questa dote a livello individuale ma soprattutto all’interno dei team di lavoro è importante tenere in considerazione alcuni aspetti molto importanti.

  • La costruzione dell’idea. Per trovare l’idea giusta spesso è necessario un processo creativo che metta in relazione l’intuizione con punti di vista differenti. Spesso la prima soluzione non è adatta, scalabile o sufficiente, in tal caso ridefinire l’idea attraverso la messa alla prova diventa fondamentale.
  • La progettazione. Recentemente abbiamo parlato di quanto sia importante costruire un piano di progetto e monitorarne l’andamento durante tutto il periodo di sviluppo/lancio del prodotto/servizio. Nella costruzione di documenti condivisi durante la stesura di un piano operativo è necessario stabilire obiettivi e metriche da monitorare passo per passo nel tempo.
  • La condivisione. La creazione di un team con cui costruire brainstorming e momenti di confronto è di vitale importanza all’interno di un’impresa moderna. Imprenditrici donne sembrano più propense ad impiegare questi processi all’interno dell’organizzazione aziendale. Condividere significa inoltre offrire il proprio lavoro in anteprima ai clienti affiliati oppure alla propria community online per valutare le opinioni e, magari, costruire assieme ad essi un prodotto migliore.

Grandi imprese e multinazionali, oggi stanno osservando e imparando questi processi da PMI e startup particolarmente innovative. La parola chiave è sperimentazione, all’interno di contesti dinamici in continua formazione aziendale. La creatività deve quindi trasformarsi in valore esperienziale per permettere all’imprenditore di far crescere la propria idea ed il proprio team, assieme al proprio business.