Crescono gli e-commerce italiani: +18% nel 2016

Il fatturato maggiore lo fanno i servizi, ma trend di crescita premia i prodotti.

Redazione MondoPMI
0
0
crescita-ecommerce-italia

Buone notizie per l’economia italiana legata agli e-commerce: nel 2016 si registra un +18% negli acquisti on-line con un fatturato di circa 20 miliardi di euro. I numeri sono ancora lontani da quelli medi di altri Paesi europei, tuttavia tale aumento fa ben sperare anche perché specchio di una diffusione sempre più massiccia della cultura dello shopping in rete. Gli acquirenti abituali, ovvero coloro che almeno una volta al mese effettuano acquisti, sono quasi 30 milioni pari al 91% circa della domanda, con uno scontrino medio di 1.382€ all’anno.

[BannerArticolo]

I SETTORI

Per valutare le performance on-line dei diversi canali, è importante distinguere tra fatturato e trend di crescita.

In termini di fatturato, le vendite nell’ambito dei servizi (turismo, ticket eventi, ricariche ecc) registrano numeri migliori rispetto a quelli delle vendite di prodotti (abbigliamento, food, prodotti di bellezza, libri ecc): i primi portano alle casse italiane circa 10,6 miliardi di euro contro i 9 miliardi provenienti dalla vendita di prodotti.

Per quanto riguarda il trend di crescita, è possibile registrare risultati migliori nell’ambito della vendita on-line dei prodotti rispetto ai servizi. Il turismo è il settore dominante nell’ambito dei servizi con un +10% di vendite on-line rispetto al 2015, per quanto concerne invece la vendita di prodotti troviamo al primo posto l’arredamento con una crescita del +48%, l’elettronica con un +28% e l’abbigliamento con una crescita del 27%. Si può notare come, nonostante i numeri attuali, la vendita dei prodotti presenti un trend di crescita superiore rispetto a quello dei servizi, portando dunque buone speranze per il fatturato futuro.

LE VENDITE DA MOBILE

Gli e-commerce crescono soprattutto grazie ai dispositivi mobile: nel 2016 circa il 17% del fatturato deriva da acquisti on-line effettuati tramite smartphone e il 9% da tablet. Numeri che fanno registrare un +63% in soli 3 anni. E’ dunque fondamentale per le aziende italiane che decidono di vendere i propri prodotti e servizi on-line, tenere in considerazione tali numeri al fine di offrire piattaforme mobile friendly che garantiscano una user experience ottimale.

Image Credit: shutterstock