Farmacia digitale: tra AI e sicurezza, i nuovi trend della farmacia del futuro

Quali sono gli strumenti a disposizione dei farmacisti per la trasformazione digitale?

Redazione MondoPMI
0
0
farmacia digitale

Già da qualche anno il mondo della farmacia ha iniziato un percorso di profondo mutamento. I farmacisti sono sempre più chiamati a rispondere in maniera nuova ai bisogni dei propri clienti: non più la semplice vendita del farmaco, ma un vero e proprio servizio di consulenza personalizzato. La farmacia fisica si trasforma così in farmacia digitale: strumenti che, uniti al ruolo storico di presidio territoriale, offrono ai farmacisti un nuovo modo di relazionarsi con i clienti.

 

Banca Ifis

 

Dai big data all’AI: strumenti digitali a servizio del paziente

La farmacia rappresenta, da sempre, un punto di riferimento fondamentale per la comunità e il territorio.

La farmacia digitale è fondamentale in quest’ottica, in quanto in grado di creare valore in ogni fase della gestione del lavoro del farmacista. La digitalizzazione del mondo farmacia, infatti, si traduce in:

  • Processi di lavoro più efficienti;
  • Maggiore integrazione all’interno della rete del Sistema Sanitario, grazie ad un collegamento più diretto con tutti i professionisti e le figure di riferimento del settore;
  • Relazione fidelizzata con il cliente, grazie alla possibilità di offrirgli un servizio di consulenza personalizzato.

Ma quali sono gli strumenti a disposizione dei farmacisti per la trasformazione digitale? Le opzioni sono molteplici, a seconda dei propri obiettivi. Alcuni strumenti interessanti per iniziare a trasformare la propria farmacia in una farmacia digitale, di cui alcuni già ampiamenti diffusi, sono ad esempio:

  • Google My Business, il servizio gratuito di Google che permette di gestire la propria presenza online, dare informazioni sulla propria attività, interagire con gli utenti e geolocalizzare la propria farmacia;
  • Il magazzino automatizzato, un’unità robotica che permette di migliorare la gestione delle giacenze e ottimizzare lo spazio a disposizione;
  • Gli scaffali digitali, ripiani virtuali che permettono di ottimizzare gli spazi e rendere disponibili al pubblico molti più prodotti;
  • La footfall intelligence, tecnologia che permette a marchi e agenzie di ottenere informazioni sui tassi di visita dei negozi.

In questo senso, uno studio interessante è Inspiring the Future Pharmacy di Banca IFIS, progetto realizzato in collaborazione con enti accademici e personalità di spicco del mondo della farmacia, del design e della trasformazione digitale per indagare i trend della farmacia del futuro.

Locator, Explorer, Dreamer: i pazienti della farmacia digitale

Tra gli strumenti digitali a disposizione delle farmacie, saranno quelli relativi alla relazione farmacista-paziente a fare la differenza, dal database integrato per avere sempre a disposizione le informazioni dei propri pazienti in maniera centralizzata, all’omnicanalità, intesa soprattutto come abilità del farmacista di dialogare con i pazienti anche online, dentro e fuori il punto vendita.

Il cliente farmacia, infatti, è cambiato molto negli ultimi anni: sono cambiati i suoi bisogni ed è cambiata la sua consapevolezza. In particolare, i pazienti della farmacia digitale si possono distinguere in tre categorie.

  • Il paziente locator entra in farmacia con la prescrizione medica e ne esce con il farmaco. Presto il 30% della popolazione italiana sarà over 65: questo significa che la farmacia continuerà ad avere un ruolo tradizionale ma, grazie a servizi innovativi, potrà essere in grado di fornire una migliore assistenza ad anziani e pazienti cronici. Si pensi, ad esempio, alla sempre maggiore diffusione di dispositivi come la triangolazione tra farmaci con sensoristica e tecnologie wereable.
  • L’explorer ha un problema specifico, entra in farmacia per ricevere assistenza e consulenza mirate alla propria necessità.
  • Il Dreamer cerca ispirazione e stimoli. Entra in farmacia senza un bisogno realmente definito: sarà fondamentale proporgli diverse alternative e novità, non solo a livello di prodotto ma anche di servizi.

In quest’ottica, la farmacia digitale dovrà impegnarsi per diventare un luogo non più solo fisico, fornendo soluzioni innovative a tutte le tipologie di cliente-paziente, talvolta ispirando, talvolta educando.

Emergenza Covid-19: la farmacia digitale per la sicurezza di farmacisti e pazienti

Con l’emergenza Covid-19, i farmacisti si sono trovati di fronte a difficoltà che hanno imposto loro, per poter continuare a lavorare e garantire la sicurezza di lavoratori e clienti, di accelerare alcuni processi di digitalizzazione.

I servizi digitali, quindi, non sono più una prerogativa di chi vuole innovare il proprio business, ma una necessità per continuare a lavorare in sicurezza.

Le farmacie non si sono mai fermate, nemmeno durante il lockdown. Per questo rispondere in maniera adeguata e tempestiva alle normative del Governo sulla tutela della salute di lavoratori e clienti è stata per loro una priorità sin dal primo giorno.

Credifarma, la finanziaria di Banca IFIS punto di riferimento per i farmacisti italiani, si è da subito attivata per essere al fianco delle farmacie sin dall’inizio dell’emergenza. In particolare ha lanciato, in partnership con Nexi, un’iniziativa dedicata alle farmacie italiane che unisce innovazione, tecnologia, design e un’elevata customer experience.

Nel dettaglio, l’offerta include:

  • FarmaFast Plus. La linea di credito flessibile di Credifarma per fronteggiare un’eventuale mancanza di liquidità.
  • Il conto corrente online di Banca IFIS dedicato alle imprese, in promozione per le sole farmacie fino al 31 dicembre 2020.
  • Nexi SmartPOS. Un POS di ultima generazione che accetta tutti i pagamenti digitali, a canone scontato e commissioni zero per tutti i pagamenti inferiori ai 10 euro sino al 31 dicembre 2020.
  • Il rimborso delle commissioni bancarie per i pagamenti fino a 10€ effettuati con carte Visa, Mastercard e PagoBANCOMAT® fino al 31 dicembre 2020.
  • Pay-by-link. Il servizio per incassare a distanza tramite l’invio di un link di pagamento via email o social, ideale per la gestione delle consegne a domicilio.
  • Nexi Business. Il servizio gratuito per smartphone, tablet e PC, che ti consente di monitorare le transazioni in tempo reale, fare confronti di settore ed effettuare storni in totale autonomia.