I corsi della Smart Export Academy per l’internazionalizzazione delle PMI

Un percorso di alta formazione a disposizione di microimprese, PMI, consulenti e professionisti.

Redazione MondoPMI
0
0
corsi della smart export academy

Sei moduli di formazione gratuita per migliorare le proprie competenze sui mercati esteri.



Banca Ifis

Come funziona la Smart Export Academy

Il Ministero degli Esteri, in collaborazione con l’Agenzia ICE e la Conferenza dei rettori universitari, ha istituito la Smart Export Academy, un’accademia di formazione gratuita rivolta alle microimprese, alle PMI, ai consulenti e ai professionisti che si occupano di internazionalizzazione aziendale.

L’obiettivo dell’accademia è quello di fornire informazioni e strumenti utili da poter usare per rafforzare le competenze manageriali e organizzative e per comprendere il ruolo degli strumenti digitali per entrare nei mercati esteri.

I percorsi di formazione sono gratuiti e si possono seguire online in modo flessibile. È sufficiente registrarsi alla piattaforma offerta dall’Università Federico II di Napoli e seguire i moduli di proprio interesse. Al momento della registrazione viene richiesta la compilazione di un test di orientamento che serve a valutare le proprie competenze di partenza e a identificare i moduli che possono essere maggiormente utili.

 

Percorsi di formazione personalizzati e approfonditi

Le lezioni sono offerte da formatori ed esperti provenienti da diverse business school e dall’Agenzia ICE. Le scuole di formazione coinvolte nel progetto sono la Bologna Business School, la Luiss Business School, la Federica Web Learning dell’Università Federico II di Napoli, la Graduate School of Business del Politecnico di Milano e la School of Management SDA Bocconi.

Il percorso formativo all’interno della Smart Export Academy è organizzato in sei moduli. Gli iscritti possono scegliere quali seguire. È infatti possibile approfondire un solo tema oppure seguire le lezioni di tutti e sei i moduli.

Le lezioni si concentrano su diversi aspetti normativi e organizzativi. I titoli dei moduli disponibili sono:

  • Business intelligence e sviluppo internazionale nell’era post-Covid
  • Strutturarsi per la continuità, la crescita e l’internazionalizzazione
  • Pratiche e tecniche di internazionalizzazione
  • Gestione dell’innovazione e processi imprenditoriali
  • Trasformazione digitale e gestione del cambiamento.

Ogni modulo è articolato in cinque lezioni ed è arricchito da materiali di approfondimento, webinar e casi di studio. Al termine delle lezioni è disponibile un test di valutazione per misurare il proprio grado di apprendimento e, al termine di ciascun modulo, è possibile fare un test di riepilogo sui contenuti delle lezioni.

Le lezioni vengono rilasciate ogni due settimane e si possono seguire da computer, smartphone o tablet, senza vincoli né limiti di orario. Il progetto ha preso il via a marzo 2021 e l’accademia rimarrà operativa fino al 9 marzo 2022.

L’iscrizione e la fruizione dei corsi sono gratuite e possono iscriversi anche più persone appartenenti alla stessa azienda. Per i nuovi iscritti sono disponibili un test di orientamento iniziale e un servizio di tutoring.

L’iniziativa vuole sostenere l’internazionalizzazione del sistema produttivo italiano, fornendo una serie di conoscenze utili sul piano manageriale, strategico e delle competenze digitali. Tra i temi affrontanti durante il percorso formativo ci sono le strategie di ingresso e di consolidamento sui mercati internazionali, gli strumenti utili per la tutela del Made in Italy, lo sviluppo di modelli di business adatti al contesto internazionale e le opportunità offerte dal digitale.