La pagina Instagram delle PMI: alcuni consigli pratici

Sono oltre 200 milioni le persone che visitano un profilo aziendale almeno una volta al giorno

Redazione MondoPMI
0
0
instagram

Pensi che sia arrivato il momento giusto per investire tempo e risorse del tuo business su Instagram ma non hai la benché minima idea di come funzioni? Non ti preoccupare, in questo articolo troverai alcuni consigli pratici per iniziare la tua attività su questa piattaforma.

Iniziamo con una nota introduttiva: che cos’è Instagram?

Instagram è un Social Network che, a differenza di Facebook e Twitter, è concentrato soprattutto nel raccontare storie tramite immagini e video stimolando l’aspetto visivo degli utenti. In questa applicazione infatti, non si possono pubblicare aggiornamenti senza aver condiviso prima una foto o un video con i propri follower. Questa peculiarità, di trasmettere i contenuti in modo più diretto e creativo, ha fatto sì che diventasse nel corso degli ultimi anni un’applicazione sempre più diffusa e utilizzata, non solo tra gli utenti privati, ma anche tra le PMI.

Ma perché una PMI dovrebbe aprire un’account Instagram?

Semplice, perché i dati parlano chiaro:

  • sono oltre 200 milioni le persone che visitano un profilo aziendale almeno una volta al giorno;
  • il 60% delle persone afferma di scoprire nuovi prodotti su Instagram;
  • esistono oltre 25 milioni di profili aziendali in tutto il mondo;
  • più di due milioni di inserzionisti usano Instagram per condividere le loro storie e raggiungere risultati aziendali;
  • 1/3 delle storie più visualizzate dagli utenti provengono dalle aziende.

Tante aziende non ci hanno pensato più di due secondi prima di inserirlo tra le proprie strategie di marketing ma, a differenza di quanto si possa pensare, Instagram per il business necessita di alcuni accorgimenti da non sottovalutare.

Instagram permette di far crescere le aziende, di raggiungere nuovi clienti, di rimanere in contatto con quelli già acquisiti, di coinvolgere il pubblico e di vendere direttamente dall’App. Tutto questo però è reso possibile se prima di tutto si analizzano e si determinano alcuni aspetti strategici essenziali come il target, gli obiettivi, i contenuti, gli strumenti tecnici di cui si dispone, il personale dedicato e il budget per realizzare campagne pubblicitarie ad hoc.

Questi sono 10 punti a cui devi prestare attenzione se vuoi creare o migliorare il profilo della tua PMI, sapere emergere tra i tuoi competitor e creare una carta d’identità della tua imprese tanto riconoscibile quanto credibile agli occhi dei tuoi clienti, attuali e potenziali.

  1. Il primo step è quello di aprire un account con profilo business e non privato. Questo ti permetterà di accedere agli Insight e di inserire una serie di dati come: indirizzo aziendale, sito web, mail/ numero di telefono, una breve biografia e il collegamento alla Pagina Facebook. Con il profilo business inoltre avrai la possibilità di essere direttamente contattato (tramite numero di telefono o indirizzo email), una funzionalità molto utile e intuitiva che permette agli utenti di interagire direttamente con l’azienda
  2. La scelta dell’immagine profilo deve coincidere con il logo aziendale, colui che rende riconoscibile la tua identità online e offline.
  3. Creare dei contenuti originali che sappiano attirare e coinvolgere l’attenzione degli utenti non è sempre facile. È buona pratica infatti farsi aiutare da un fotografo e da un designer per sviluppare immagini e video di buona qualità e che esaltino anche una parte grafica per identificare l’azienda, il brand, la storia e il prodotto in modo originale.
  4. Fatti notare e supporta il tuo obiettivo aziendale creando una storia avvincente attorno ai tuoi contenuti. Questa ti aiuterà a veicolare in modo creativo e coerente ciò che vuoi trasmettere e “vendere” ai tuoi follower.
  5. Usare gli hashtag che più ti rappresentano in modo costante consentirà di raggruppare tutti i tuoi contenuti secondo parole chiave ed essere visibile a più persone assieme ad immagini e video pubblicati da altri.
  6. Anche i tag aiutano a raggiungere più follower, infatti, se la tua azienda collabora con determinati brand o influencer o personaggi pubblici i tag sono molto importanti per ottenere la ricondivisione sui loro account personali e una maggiore visibilità.
  7. Promuovi e gestisci attività di community management per interagire con i tuoi follower. Dare loro una voce e far sapere loro che dall’altra parte dello schermo c’è una persona reale sicuramente aumenterà la fiducia e la consideration del brand.
  8. Le PMI che hanno un budget da investire possono sfruttare le sponsorizzazioni per farsi conoscere dal proprio target di riferimento e aumentare, a seconda degli obiettivi prefissati in precedenza, il traffico, l’engagement o la notorietà per esempio.
  9. Utilizzare le stories per raccontare news, mostrare retroscena, i propri prodotti, le novità dell’ultimo secondo, la partecipazione agli eventi è sicuramente un buon modo per evitare di “intasare” il feed e aumentare l’attenzione e la curiosità nei follower.
  10. Segui e contatta gli influencer per far sponsorizzare loro i tuoi prodotti/ servizi. La loro rete diventerà un’occasione per promuovere il tuo brand!

Cosa aspetti? Prendi nota, segui questi semplici consigli e prova anche tu a pubblicizzare in modo intelligente la tua azienda su Instagram!