Lavoro digital: aumenteranno le assunzioni nel 2017

Digital media manager, social media specialist e professionisti nel campo dell'e-commerce le figure più ricercate.

Redazione MondoPMI
0
0
lavoro-digital-assunzioni

Quali novità porterà il mercato del lavoro nel 2017? Con il nuovo anno si respira aria di ottimismo in materia di assunzioni, buone prospettive anche se non in tutti i settori.

I SETTORI E LE FIGURE PIU’ RICHIESTE

Secondo uno studio condotto da Hays, società leader nel recruitment specializzato, nel 2017 è prevista una crescita delle assunzioni pari all’8%. Naturalmente l’economia nazionale continuerà a presentare sostanziali frammentazioni tra nord, centro e sud, tuttavia la situazione globale del nostro Paese fa ben sperare. “È comunque bene sottolineare come le aziende italiane stiano alzando la testa, dimostrandosi desiderose di investire e arricchire il proprio organico, tanto che per il prossimo anno stimiamo un incremento delle assunzioni dell’8% circa” è quanto ha dichiarato Alessandro Bossi, Hays Director.

[BannerArticolo]

Analizzando i profili che vedranno un aumento di assunzioni, le figure digital saranno le più richieste, in particolar modo digital media manager, social media specialist e professionisti nel campo dell’e-commerce, strumento sempre più ricercato dalle aziende che vogliono ampliare i mercati di riferimento ed incrementare il fatturato. Queste figure beneficeranno non solo di un aumento delle posizioni aperte, ma anche di un incremento delle retribuzioni: pur di inserire nel proprio organico le migliori risorse, le aziende saranno disposte a prevedere notevoli retribuzioni comprensive di una parte variabile volta a motivare i professionisti al raggiungimento degli obiettivi aziendali. Positive anche le previsioni per figure commerciali, tecnici con competenze verticali e “reengineering manager” ovvero quelle figure, sempre più richieste, che si occupano di riprogettazione dei processi aziendali.

Per quanto riguarda i settori, l’Oil & Gas e il settore food segneranno una lieve contrazione. In merito ai settori aziendali, Alessandro Bossi dichiara: “Nulla da temere perché secondo le nostre stime è prevista una crescita nel settore dei beni di largo consumo durante i prossimi mesi. Anche le Risorse Umane, specialmente nel Finance riprenderanno gradualmente quota, mentre sono penalizzate le figure di staff che, a causa di una continua centralizzazione negli headquarter aziendali, sono tra le risorse che le imprese ricercano meno”.


Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock