Smart working: benefici e costi concreti per le imprese

Perché il lavoro agile funziona ed è un vantaggio considerevole per le aziende.

Redazione MondoPMI
0
0
Smart working benefici e costi

Il lavoro agile, o smart working, è entrato a far parte della normativa italiana con la Legge n. 81/2017, in cui è definito come una particolare modalità di organizzazione del lavoro che prevede lo svolgimento di parte delle attività nei locali aziendali, e parte all’esterno, in un luogo non necessariamente fisso.

La recente Legge di bilancio 2019 ha introdotto l’obbligo per i datori di lavoro di dare priorità di accesso allo smart working:

  • Alle madri, per i tre anni successivi allo scadere del congedo per maternità;
  • Ai genitori con figli in gravi condizioni di disabilità.

COME FUNZIONA LO SMART WORKING

Lo smart working è una modalità lavorativa che offre flessibilità relativamente a:

  • Luogo di lavoro: la prestazione può essere eseguita all’interno o all’esterno dell’azienda;
  • Orario di lavoro: il lavoratore può scegliere liberamente l’orario di inizio e di fine lavoro, purché la prestazione abbia una durata pari a quella minima prevista dal contratto.

Per essere attivato richiede la stipula di un accordo scritto tra datore di lavoro e dipendente, distinto dal contratto di lavoro. Il documento deve riportare:

  • Modalità di esecuzione della prestazione;
  • Modalità di esercizio del potere disciplinare e di controllo da parte del datore di lavoro;
  • Tempi di riposo del lavoratore (previsti dal diritto di disconnessione).

L’articolo 20, comma 1, del Jobs Act stabilisce che il trattamento economico e normativo per il lavoratore che svolge la prestazione in modalità di lavoro agile debba essere lo stesso di quello applicato nei confronti dei lavoratori che svolgono le medesime mansioni all’interno dell’azienda.

A questo si aggiunge l’estensione dell’assicurazione obbligatoria per infortuni e malattie professionali anche per quei dipendenti che non possiedono una postazione fissa di lavoro.

BENEFICI E COSTI PER LE IMPRESE

Il beneficio più evidente che deriva dall’adozione del lavoro agile in azienda è sicuramente l’aumento della produttività dei dipendenti che:

  • si vedono conferire maggiore autonomia nello svolgimento delle mansioni e di conseguenza si sentono più motivati e gratificati;
  • hanno la possibilità di gestire il tempo a disposizione secondo le proprie esigenze e di stabilire un equilibrio tra la vita lavorativa e quella personale.

Alla maggior efficienza dei lavoratori si aggiungono, l’incremento della competitività e il miglioramento dell’employer branding aziendale, ossia della reputazione che l’azienda si costruisce come datore di lavoro: benefit come quello dello smart working, oltre a potenziare l’immagine dell’impresa che li eroga, contribuiscono ad attrarre forza lavoro giovane e talentuosa, alla ricerca di occupazioni flessibili che le permettano di conciliare gli interessi personali con la propria carriera.

Un altro vantaggio consiste nella riduzione dei costi. Dando ai propri dipendenti la possibilità di lavorare anche fuori dall’ufficio, le aziende possono riorganizzare i propri spazi fisici ridimensionandoli. Vengono ridotte, anche se sensibilmente, spese come quelle dell’affitto, della manutenzione dei locali e delle utenze (in particolare, acqua ed energia elettrica). Ovviamente il risparmio sarà proporzionato alla frequenza con cui la prestazione lavorativa si svolge in modalità agile.

Infine, la mancanza di vincoli orari predefiniti abbatte la logica dello straordinario: il costo del lavoro risulta, quindi, ridotto, insieme con tutte quelle voci retributive legate allo svolgimento della prestazione lavorativa presso una sede fissa di lavoro e un orario rigidamente determinato.

Tra i costi si annoverano quelli previsti per dotare i dipendenti di strumenti idonei per poter lavorare da remoto come computer e telefoni aziendali, ma anche tools di messaggistica che semplifichino la comunicazione e permettano di combinare conversazioni private e di gruppo, e sistemi di videoconferenza per organizzare riunioni a distanza, limitando i costi delle trasferte.

RIASSUMENDO

I vantaggi economici che derivano dall’adozione della modalità di lavoro agile in azienda sono nettamente superiori ai costi previsti per sostenere questo comfort, che si concentrano sull’acquisto di mezzi tecnologici e digitali funzionali allo svolgimento del lavoro da remoto. I vantaggi possono essere così riassunti:

  • Aumento produttività: lavoratore più produttivo significa organizzazione più produttiva e, quindi, più competitiva.
  • Aumento brand awareness: un’azienda che adotta politiche di smart working, si distingue sul mercato ed è più attrattiva, sia per i clienti che, soprattutto, per i futuri dipendenti.
  • Riduzione dei costi. Riorganizzando gli spazi per andare incontro alla mobilità e flessibilità del lavoro, gli uffici si riducono così come i costi collegati.