180 start up costituite on-line nel 2016

Servizi alle imprese e manifatturiero i settori dominanti.

Redazione MondoPMI
0
0
start-up-costituite-on-line

Sono 180 le start up innovative che sono state costituite nel 2016 grazie alla procedura on-line quindi senza la necessità di ricorrere all’intervento del notaio.

LE START UP COSTITUITE ON-LINE

Il Mise, Ministero dello Sviluppo Economico, ha pubblicato il secondo rapporto dedicato alla costituzione di start up innovative. Dopo l’introduzione della nuova modalità digitale avvenuta il 20 luglio 2016, si è assistito ad un progressivo incremento nel numero di richieste di costituzione di questo tipo di aziende. Nei primi mesi, fino al mese di settembre 2016, sono state costituite solamente 25 start up innovative tuttavia, a partire dal 30 settembre fino al 31 dicembre 2016, si è registrato un vero e proprio boom di richieste, con circa 180 aziende iscritte a fine anno tramite la piattaforma on-line. L’intermediazione del notaio è dunque facoltativa ed è possibile completare la domanda direttamente sul sito mediante la firma digitale.

Tra queste 180 start up innovative possiamo evidenziare i seguenti numeri:
– il 26% delle imprese è geolocalizzato in Lombardia, per un totale di 48 start up di cui 38 solamente a Milano;
– il 12%, pari a 22 imprese, è sorto in Veneto, di cui la metà presso la città di Padova;
– l’8,6% del totale è geolocalizzato in Sicilia, con circa 15 nuove imprese.

Poche invece le start up nate nelle città di Bologna e Torino, nonostante si tratti di città sempre molto attive in questo ambito. A Napoli , da settembre a dicembre, non risulta nessuna start up che abbia usufruito della procedura on-line.

[BannerArticolo]

Analizzando i settori in cui operano tali imprese, possiamo evidenziare come 3 su 4 svolgano attività nell’ambito dei servizi alle imprese e, più analiticamente, nella “produzione di software e consulenza informatica”. Il 17,8% opera nel manifatturiero e in particolare nell’ambito della “fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica”. Solo meno del 3% operano invece nel settore del commercio e altri settori.

In merito al capitale, il secondo rapporto porta alla luce come più dell’80% delle start up innovative presenti un capitale inferiore ai 10 mila euro. Più analiticamente:
– il 51,1% ha un capitale compreso tra i 5 mila e i 10 mila euro;
– il 30% ha un capitale compreso tra 1 e 5 mila euro;
– il 16,1% presenta un capitale compreso tra i 10 mila e i 15 mila euro;
– solo il 2,8% ha un capitale superiore a quest’ultima fascia.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock