Auto e flotta aziendali: le detrazioni fiscali sull’acquisto

Le detrazioni fiscali possono variare a seconda che il mezzo sia strumentale o meno all’attività dell’impresa.

Redazione MondoPMI
0
0
Auto e flotta aziendali

Quando le piccole e medie imprese e i professionisti decidono di dotarsi di un’auto aziendale o di un’intera fotta possono fare appello a specifiche detrazioni fiscali per ammortizzare i costi.

Scopriamo insieme quali sono e quali requisiti richiedono.

L’ACQUISTO DEL VEICOLO

La maggior parte delle aziende opta per l’acquisto tradizionale del veicolo: è la soluzione più vantaggiosa perché permette di godere del titolo di proprietario e di tutti i diritti annessi, tra i quali anche la possibilità di vendere o cedere liberamente il mezzo. La spesa viene registrata, al pari di qualsiasi altro costo, nell’attivo di bilancio e può essere ammortizzata.

All’investimento iniziale seguono, poi, una serie di costi diretti e accessori relativi al mantenimento e all’uso dell’auto.

 

Banca IFIS Impresa

 

LE DETRAZIONI FISCALI PER LE AZIENDE

 Le agevolazioni fiscali permettono di portare in detrazione l’imposta sul valore aggiunto e in deduzione i costi vivi quali, oltre al costo d’acquisto, le spese per carburanti e lubrificanti, la tassa di proprietà, il bollo, l’assicurazione, le spese di custodia e parcheggio, la manutenzione e la riparazione.

Le detrazioni possono variare in base alla modalità di utilizzo del veicolo o della flotta aziendale, ossia a seconda che il mezzo sia strumentale o meno all’attività dell’impresa.

  • Se il veicolo (o la flotta) è strumentale, cioè necessario allo svolgimento dell’attività, la deducibilità delle spese è totale e priva di limiti di importo. Ciò significa che l’impresa può dedurre il 100% dei costi a fini Ires.
  • Se il veicolo (o la flotta) non è strumentale, l’azienda può godere di detrazioni variabili stabilite dalla legge:
    • Le vetture aziendali in generale possono ottenere una deducibilità dei costi pari al 20% e detraibilità dell’Iva del 40%.
    • La deducibilità è ammessa per un solo veicolo se l’attività è individuale, di un veicolo ogni socio o associato nel caso l’attività sia svolta da società semplici e da associazioni.
    • La percentuale di deducibilità è elevata all’80% per i veicoli di agenti e rappresentanti di commercio, mentre l’Iva è detraibile al 100%.

 

  • Se il veicolo è destinato ad un uso promiscuo, ossia se il dipendente è libero di spostarsi sia per motivi di lavoro che per finalità personali:
    • La deducibilità del costo di acquisto e dei relativi oneri di utilizzo è fissata al 70%.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock