Bassa capacità di innovazione per l’Italia; Veneto meglio di altri

Bene il Veneto nel design, ma la situazione generale resta poco brillante

Redazione MondoPMI
0
0
capacità di innovazione

È stato recentemente revisionato l’Innovation Scoreboard, la classifica europea della capacità di innovare. Innovation Scoreboard e Regional Innovation Scoreboard misurano la capacita di innovazione delle nazioni europee, e di aree regionali interne ad esse. Peggiora l’Italia, mantengono la posizione alcune regioni, su singole eccellenze.

L’Innovation Scoreboard è uno strumento statistico, pubblicato su base annuale con lo scopo di fornire un’indicazione sintetica della capacità di innovazione delle diverse aree territoriali dell’Unione. La sua funzione ideale è indicare ai decisori istituzionali la situazione, i punti di forza ed i punti di debolezza del proprio sistema territoriale in merito all’innovazione applicata.

Anche per questo, Innovation Scoreboard allarga le proprie valutazioni anche a territori esterni alla UE: Svizzera, Turchia, Norvegia, Islanda, ma anche Serbia, Croazia, Macedonia; si tratta di utilissimi termini di paragone.

Innovation Scoreboard misura la capacità di innovazione su un panel di 25 indicatori, che danno conto sia delle condizioni ambientali che favoriscono l’innovazione, sia delle effettive attività compiute dalle imprese, sia dell’impatto generale sull’economia di queste attività.

Capacità di innovazione: la situazione dell’Italia nel 2017

Secondo il rapporto 2017, l’Italia si colloca in diciannovesima posizione; nel 2016 era diciassettesima, quindi secondo i parametri dell’Innovation Scoreboard risulta aver perso posizioni nella capacità di innovazione; In cima alla classifica troviamo la Svezia, seguita da Danimarca, Finlandia, Olanda, Regno Unito e Germania, che compongono il gruppo degli “innovation leaders”. A Seguirli il gruppo degli “strong innovators”, tra cui troviamo Francia, Irlanda ed Austria. Solo nel terzo gruppo, “moderate innovators” troviamo l’Italia.

[BannerArticolo]

Capacità di innovazione: le aree regionali ed i singoli comparti

Pur riflettendo in generale la situazione del sistema paese di appartenenza, le singole aree regionali possono differire in maniera significativa per capacità di innovazione; il quadro generale si trova nel Regional Innovation Scoreboard, che prende in considerazione 220 aree.

In Italia per esempio il Veneto presenta caratteri in controtendenza, anche rispetto alle altre regioni trainanti sul piano economico:

  • Mostra una capacità di innovazione in leggera crescita, contro quella stabile o in leggero declino di regioni come Lombardia ed Emilia Romagna
  • Tra le 220 aree di studio si classifica al posto 128
  • Si classifica nei primi 20 posti per la capacità di innovazione in ambito Design

Deve essenzialmente la propria performance alle PMI innovative, che mostrano grande capacità di innovazione nei processi e nei prodotti.

Tuttavia, presenta un “difetto” piuttosto tipico della struttura industriale italiana: le PMI non riescono a fare sistema in modo efficiente, e in questo modo perdono una parte significativa della propria capacità di innovare.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock