In calo chiusure aziendali e fallimenti delle PMI nel 2017

Situazione positiva per le PMI nel 2017, diminuiti chiusure e fallimenti

Redazione MondoPMI
0
0
fallimenti delle pmi

I dati di Cerved hanno rilevato una diminuzione delle chiusure aziendali e dei fallimenti delle PMI nel 2017, fotografando una situazione nel complesso positiva.

Un segnale di miglioramento per l’economia italiana è quello che emerge dallo studio sullo stato di salute delle imprese italiane condotta dall’Osservatorio sui fallimenti, procedure e chiusure d’imprese 2017. L’analisi è stata realizzata da Cerved, società italiana Information Provider, specializzata nell’analisi del rischio di credito. Nel 2017 le imprese che hanno avviato una procedura di fallimento o che sono volontariamente uscite dal mercato sono state 93.000, ovvero il 5% in meno dell’anno precedente. Una cifra che si distacca considerevolmente dai picchi raggiunti negli anni più duri della crisi: nel 2013 le procedure avviate erano state quasi 110.000.

I dati sui fallimenti delle PMI

Per quanto riguarda i dati sui fallimenti, sono state poco più di 12.000 le aziende fallite, con una riduzione dell’11,3% rispetto al 2016. Il calo è stato il più consistente degli ultimi anni e riguarda l’intero territorio nazionale:

  • Nel Nord Ovest sono fallite 3.504 aziende, una cifra inferiore del 12,4% rispetto all’anno precedente. A registrare la diminuzione maggiore il Piemonte, con un tasso del -16,2%.
  • Nel Nord Est le procedure di fallimento sono state 2.264, diminuendo del 12,2%. La riduzione più marcata è quella del Friuli Venezia Giulia, che ha registrato un 25,8% fallimenti in meno rispetto al 2016.
  • Nelle regioni del Centro Italia, le aziende fallite sono state 3.068 (un calo dell’8,9%).
  • Nel Meridione la diminuzione si è assestata intorno all’11,5%, con 3.173 imprese fallite.
TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

In calo anche le liquidazioni

Secondo i dati dell’Osservatorio di Cerved, nel 2017 anche le liquidazioni delle aziende sono calate. Le società liquidate sarebbero meno di 80.000, un livello che si avvicina a quello pre-crisi e che ha registrato una diminuzione del 4% rispetto al 2016. A risentire maggiormente dei fallimenti e delle liquidazioni sono stati il settore dei servizi e quello delle costruzioni.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock