Come gestire il personale in azienda: 5 errori da non fare

L'importanza del personale per la buona riuscita delle attività aziendali

Redazione MondoPMI
0
0
come gestire il personale in azienda

Ancor più che in una grande azienda, le risorse umane sono quelle che in una PMI fanno realmente la differenza. I manager chiamati a gestire il personale devono essere in grado di motivare i collaboratori e di coinvolgerli nella vita aziendale, in modo da raggiungere gli obiettivi e promuovere la diffusione di un clima collaborativo. Ma nella realtà di ogni giorno difficoltà ed errori sono sempre dietro l’angolo. Ecco 5 errori comuni da non commettere, se si vuole contare su collaboratori soddisfatti e produttivi.

1. Sottovalutare la selezione del personale

Non è raro che per individuare la radice di un problema con il personale si debba risalire a monte fino ad arrivare al momento dell’assunzione. Quando si sceglie un nuovo collaboratore è bene non limitarsi a valutare solo le competenze, ma considerare anche atteggiamenti e valori in linea con quelli dell’azienda.

2. Avere obiettivi vaghi o confusi

Vaghezza e confusione sono i più grandi nemici della performance. Avere personale competente e motivato è del tutto inutile se nella gestione quotidiana dell’azienda regna il caos o se si naviga a vista senza avere chiaro in mente dove si sta andando. Condividere periodicamente gli obiettivi dell’azienda e anticipare i programmi futuri è importante per mantenere alta la motivazione e per coinvolgere i collaboratori a tutti i livelli.

Banca IFIS Impresa

 

3. Non essere aperti all’ascolto

Ascoltare i collaboratori, essere aperti al dialogo con loro, tener conto delle loro esigenze e dei loro suggerimenti non dimostra soltanto sensibilità e attenzione da parte di chi si occupa della gestione del personale, ma può anche dare preziose indicazioni per migliorare l’organizzazione e i risultati.

4. Non valorizzare impegno e competenze

I collaboratori soddisfatti sono la risorsa più importante per l’azienda. Per questo, è un errore grave non prevedere promozioni o sistemi per valorizzare chi dimostra più impegno e chi possiede competenze avanzate, anche attraverso la definizione di un programma strutturato di welfare aziendale.

5. Non investire in formazione

Il successo dell’azienda molto spesso passa da adeguati piani di formazione, capaci di tener conto dei cambiamenti ambientali e delle necessità di riqualificazione del personale già assunto (anche alla luce dei programmi aziendali, nel caso in cui ad esempio prevedano lo sviluppo di nuovi prodotti o servizi).

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock