Cosa sono i non performing loans e il debt restructuring

Definizioni, categorie e implicazioni per le banche

Redazione MondoPMI
0
0
crediti debiti banche

Cosa si intende per non performing loans e per ristrutturazione del debito?

Cosa sono i non performing loans

Per non performing loans, spesso indicati con l’acronimo NPL, si intendono i crediti deteriorati posseduti dalle banche. Si tratta di mutui, prestiti e finanziamenti che i debitori fanno fatica a rimborsare nei tempi e nei modi concordati con la banca. Rientrano in questa categoria tutti i crediti la cui riscossione è a rischio, sia per effetto di difficoltà temporanee del debitore sia a causa di problemi più profondi.

A seconda della probabilità di recupero del credito, i non performing loans vengono distinti in varie categorie. Le tre principali sono:

  • esposizioni scadute o sconfinanti deteriorate. Si tratta di debiti scaduti da oltre 90 giorni e che superano una determinata soglia di rilevanza;
  • inadempienze probabili (anche conosciute come unlikely to pay). Rientrano in questa categoria i debiti per i quali la banca ritiene improbabile il rimborso puntuale da parte del debitore;
  • sofferenze. Si parla di crediti in sofferenza in caso di insolvenza e quando la riscossione è incerta.

Spesso si distingue anche tra crediti deteriorati lordi e netti. Nel primo caso si fa riferimento alla somma totale dei crediti deteriorati posseduti dalla banca, mentre nel secondo caso si considera l’importo al netto delle svalutazioni e degli accantonamenti presenti in bilancio e destinati a coprire le esposizioni in difficoltà.

Banca IFIS Impresa

 

Cos’è il debt restructuring

Attraverso il debt restructuring, o ristrutturazione del debito, le banche hanno la possibilità di recuperare parte dei debiti deteriorati. La ristrutturazione consiste nella ricerca di un accordo con il debitore e nella modifica delle condizioni contrattuali del prestito o del finanziamento. In questo modo, il debitore può riuscire a rimborsare con più facilità quanto dovuto. A seconda dei casi, si può intervenire sui tempi del rimborso, sul tasso di interesse o si può prevedere una riduzione del debito stesso.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock