Cos’è il budget aziendale e perché è importante per una PMI?

In quanto “preventivo”, il budget aziendale viene solitamente redatto l’anno precedente all’attuazione delle nuove linee gestionali.

Redazione MondoPMI
0
0
budget aziendale

Il budget aziendale è uno strumento spesso sottovalutato ma indispensabile per il Controllo di Gestione di una PMI. La sua stesura deve servire per fare il punto della situazione, riordinare le idee e acquisire una visione d’insieme dell’attività che si sta svolgendo.

In questo articolo, esaminiamo nel dettaglio che cos’è un budget aziendale e perché è così importante per una piccola e media impresa.

CHE COS’È UN BUDGET AZIENDALE?

Il budget aziendale è anche chiamato budget di previsione perché serve a tracciare le linee guida per l’attuazione di piani aziendali futuri.

Può essere definito come un documento amministrativo di natura preventiva con il quale l’azienda formalizza le operazioni di gestione futura utili al conseguimento di un determinato obiettivo, preventivamente esplicitato.

 

Banca IFIS Impresa

 

Appunto perché “preventivo”, il budget aziendale viene solitamente redatto l’anno precedente all’attuazione delle nuove linee gestionali e, di solito, la sua predisposizione avviene tra settembre e dicembre.

Si compone di tre documenti:

  • Il budget economico

È una stima fatta sulla base delle voci che compongono il Conto Economico, per questo è conosciuto anche come Conto Economico Preventivo, e rappresenta la parte più importante del budget aziendale;

  • Il budget finanziario

È chiamato anche budget di cassa e ha la forma di un rendiconto finanziario, formulato in forma prospettica. Ha lo scopo di misurare i flussi di cassa.

  • Il budget operativo

Rappresenta nel dettaglio i valori che confluiscono nei budget economico e finanziario e si divide in tanti micro-budget quante sono le aree operative dell’azienda (budget delle vendite, budget del magazzino, budget del marketing, budget della formazione, ecc.).

Quando si decide di redigere un budget di previsione ci si deve sempre chiedere qual è la strategia che l’impresa vuole seguire nei mesi a venire, e quali obiettivi intende prefissarsi.

Affinché il budget aziendale risulti uno strumento utile per la gestione aziendale, e non una semplice formalità priva di riscontri pratici, è necessario porsi una serie di domande indispensabili alla sua compilazione:

  • Qual è la situazione attuale dell’azienda?
  • Sta attraversando delle difficoltà? Di che tipo?
  • Quali azioni potrebbero favorire il loro superamento?
  • Quali obiettivi si vogliono raggiungere entro i prossimi 12 mesi?
  • Quali investimenti sono necessari per raggiungere tali obiettivi?
  • Si tratta di obiettivi realistici e facilmente perseguibili dall’azienda?

Può essere d’aiuto anche la stesura di un rolling budget, ossia un mini-budget aziendale che viene aggiornato ogni 3 mesi e permette di avere costantemente sotto controllo l’efficacia degli investimenti, il raggiungimento di determinati target e l’avverarsi delle previsioni fatte.

PERCHÉ REDIGERE UN BUDGET AZIENDALE È IMPORTANTE?

Il budget aziendale non è un documento obbligatorio, ma è utile all’azienda per crescere e migliorarsi limitando al minimo gli imprevisti lungo il cammino. È consigliato soprattutto alle PMI che, non disponendo di grandi risorse, devono prestare molta attenzione al modo in cui vengono allocate.

Il budget di previsione ossiede una doppia funzione:

  • Di programmazione in quanto definisce le priorità aziendali e distribuisce le risorse in maniera logica e ragionata;
  • Di controllo perché consente di verificare i dati a consuntivo e valutare gli scostamenti rispetto a quanto previsto.

Questo documento permette, quindi, all’azienda di cominciare il nuovo anno preparata e consapevole della strada da seguire. Le imprese innovative, impegnate in un processo continuo di trasformazione e adattamento all’andamento del mercato, non possono fare a meno di questo strumento che permette loro di:

  • Organizzare le attività di anno in anno, a partite da una base di dati precisa e con la sicurezza di poter monitorare, passo dopo passo, gli effetti prodotti dalle nuove linee di gestione;
  • Avere una panoramica delle risorse a disposizione, da ripartire nelle diverse funzioni aziendali;
  • Mettere obiettivi e strategie nero su bianco, in modo che siano condivisibili, accessibili e sempre consultabili.
Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock