Indagine Bankitalia: imprese ottimiste sulla crescita

Risultati dell'indagine della Banca d'Italia: imprese ottimiste

Redazione MondoPMI
0
0
Crescita

Secondo un’indagine condotta da Banca d’Italia, le imprese italiane con almeno 50 dipendenti mantengono l’ottimismo sulla situazione economica attuale, e in un orizzonte di tre mesi prevedono ancora crescita, anche se con minore forza rispetto alle precedenti rilevazioni, svolte a dicembre 2017.

Secondo l’indagine le aspettative di inflazione al consumo restano ancora contenute su tutti gli scenari, in linea con la recente previsione sulle dinamiche dei prezzi di vendita praticati dalle imprese.

Positivi anche i giudizi e il sentimento generale sulle condizioni della domanda e sui presupposti per investire.

Secondo i risultati dell’indagine si attende un’inflazione all’1,2%, 1,3% e 1,4% sugli orizzonti relativi a 6 mesi, 1 anno e 24 mesi, mentre per quanto riguarda periodi temporali più lunghi (dai 3 ai 5 anni), l’inflazione è stimata all’1,5%.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Le imprese, inoltre, segnalano una crescita dei prezzi di vendita rispetto all’anno precedente anche se in maniera contenuta, si parla infatti del passaggio dallo 0,9% all’1,0% in settembre, con un rialzo più evidente nel settore dell’industria. L’incremento sarà invece leggermente inferiore per quanto riguarda i settori dei servizi e delle costruzioni, che sono comunque in rialzo.
Sul fronte della domanda, invece, le previsioni la vedono in calo nel settore delle costruzioni, da 16,3 punti a 8,8, mentre si segnala un aumento in quello dei servizi con un saldo aumentato da 13,8 a 16,1.

In merito alla situazione dell’occupazione, infine, le aspettative sono migliorate anche se in modo diverso tra i settori. Tenendo come riferimento il saldo tra la quota di aziende che vogliono aumentare il proprio numero di dipendenti nel prossimo trimestre e quella di chi vuole ridurlo, infatti, nel settore dell’industria l’incremento è pari a 11,1 punti percentuali contro i 6,2 di settembre, mentre nel settore dei servizi è salito di 5,3 rispetto alle 4,8. Nel settore edile, invece, il saldo diminuisce da -10,9 punti percentuale a -3,7.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock