Crescita delle imprese giovanili: oltre 560mila PMI under 35

Unioncamere-Infocamere: incremento del +6,1% nel primo semestre del 2017

Redazione MondoPMI
0
0

Nell’ultima analisi di Unioncamere-Infocamere sul primo semestre del 2017 emerge un incremento del tasso di crescita delle imprese giovanili in Italia. Nel periodo considerato è evidente la spinta proveniente dai giovani, che mettendosi in gioco, hanno voluto intraprendere una strada verso l’imprenditorialità: il mercato si arricchisce quindi di giovani under 35 che contribuiscono allo sviluppo del tessuto imprenditoriale italiano.

L’analisi sulla natimortalità nei primi sei mesi del 2017, ha registrato un tasso di crescita delle imprese giovanili in Italia pari al +6,1% rispetto alla fine del 2016: il saldo tra le imprese nate in questo periodo e quelle che hanno cessato la propria attività ammonta precisamente a +36.965. I dati testimoniano l’incremento di queste imprese, affermando che un’azienda su tre appartiene a giovani imprenditori, differentemente da quanto riportato nel primo semestre del 2016 in cui una su dieci era un’impresa giovanile. Considerando invece il dato complessivo, il totale delle aziende under 35 iscritte nel Registro delle Imprese tra gennaio e giugno 2017 è di 566.260, pari al 9,3% di tutte le imprese presenti in Italia.

[BannerArticolo]

I settori in cui si è notata una maggiore crescita delle imprese giovanili si differenziano rispetto a quelli dello scorso anno. Mentre infatti nel 2016 primeggiavano le attività di lotterie, servizi di pulizia e giardinaggio e servizi postali o corrieri, nel 2017 i settori maggiormente toccati in cui le imprese sono under 35 sono:

  • Telecomunicazioni (48,2%)
  • Servizi finanziari (47,5)
  • Lotterie, servizi postali e corrieri (40%)
  • Servizi alla persona, pulizia e giardinaggio (40%)
  • Attività forestali (39,7%)
  • Pubblicità e ricerche di mercato (39,5%)

La regione che ha registrato un incremento maggiore di giovani imprenditori è la Sardegna, con un saldo tra le imprese nate e cessate corrispondente a +10,4% (+1.756 aziende); tra i primi posti anche la Basilicata, +9% e +605 aziende, e in Trentino Alto Adige, +7,9% e +740 aziende.

Più in dettaglio, le province che emergono dall’analisi sono:

  • Oristano, +16,4 con +562 imprese
  • Nuoro, +13,9% con +491 imprese
  • Rieti, +11,4% con +179 imprese

In merito alle forme giuridiche utilizzate per i nuovi esercizi subiscono un notevole incremento le società di capitali, con un +9%, ovvero 109.000 imprese in Italia under 35, anche se le imprese individuali rimangono comunque le più diffuse (oltre 400.000).

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock