Crescita record per le esportazioni dei distretti veneti

Redazione MondoPMI
0
0
distretti-veneti

I distretti veneti nel primo trimestre del 2015 hanno fatto registrare importanti incrementi in valore assoluto per quanto riguarda l’exportTra i primi dieci distretti italiani che più sono cresciuti in questo periodo, ben cinque sono veneti, dato molto significativo per la Regione, la quale può tornare a proporsi come locomotiva per trainare la ripresa dell’intero Nordest. Questo è quanto è emerso dal report periodico sui distretti del Triveneto della Direzione studi e ricerche a cura di Intesa Sanpaolo.

Il primo della classifica è il distretto del tessile-abbigliamento di Treviso, il quale nel primo trimestre dell’anno ha fatto registrare una crescita di 85,2 milioni (+40,1%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Gli altri distretti veneti che hanno fatto registrare performance rilevanti sono quello dell’occhiale a Belluno, il distretto del mobile del Livenza e del quartiere del Piave, l’oreficeria di Vicenza e del prosecco della zona di Conegliano-Valdobbiadene.

Sul totale di 23 distretti veneti, ben 19 hanno visto aumentare il valore delle loro esportazioni, per 12 di essi la crescita è a due cifre. I quattro distretti che hanno fatto registrare cali significativi sono stati invece la calzatura veronese (-3,9%) e il mobile in stile di Bovolone, in calo del 4,7%.

Andando ad analizzare i dati complessivi, i distretti veneti hanno visto aumentare il valore delle proprie esportazioni, nel primo trimestre dell’anno, di 410,1 milioni di euro, facendo registrare una crescita pari a 8,6%. Tutto il Triveneto è cresciuto del 5,8%.

Questi numeri, positivi e che lasciano ben sperare per il futuro, risentono della crisi russa, mercato fertile in particolar modo per quanto riguarda il settore del mobile. Gli analisti prevedono in ogni caso un trend positivo per il resto del 2015, il che regala una ventata di ottimismo alle imprese venete.