Fei e Cassa Forense primo passo per il finanziamento delle PMI da investitori istituzionali

Redazione MondoPMI
0
0
finanziamento delle PMI

Il FEI e Cassa Forense firmano un protocollo di intesa per la ricerca di nuove strade all’investimento del capitale dell’ente di previdenza, con particolare attenzione al finanziamento delle PMI.

Si è delineata negli ultimi tempi, in Italia ed in Europa, la tendenza a stimolare l’incontro tra finanza ed economia reale; Sono in corso sforzi sia da parte degli stati che delle istituzioni private per agevolare il finanziamento delle PMI attraverso strumenti legati al mercato dei capitali: partecipazioni azionarie e titoli di debito scambiabili sul mercato, che per decenni sono stati appannaggio delle aziende a grande capitalizzazione. In questa direzione vanno sia la creazione dei PIR che le agevolazioni normative alla quotazione delle PMI giunte da Bruxelles.

L’altro campo su cui si gioca questa partita è quello del risparmio, sia quello privato che quello gestito: spostare le intenzioni di investimento da mezzi a bassa resa o a rischio eccessivo, a strumenti che possano servire da volano all’economia reale; dal debito pubblico, dal mattone, dai derivati, a quote di debito o di capitale delle PMI che possano spingerne lo sviluppo.

In questo contesto va letta la firma, avvenuta mercoledì 7, dell’accordo tra FEI e Cassa Forense; si tratta di un protocollo di intesa che vedrà le due istituzioni collaborare per i fini sopra descritti. In particolare:

 

  • Ricercare percorsi comuni nell’ambito dell’investimento in capitali, con particolare riguardo al finanziamento delle PMI attraverso l’intervento di fondi.
  • Stimolare la discussione a livello europeo sul finanziamento delle PMI in Europa.

 

L’importanza di questo memorandum si intuisce da uno sguardo ai due firmatari:

[BannerArticolo]

FEI, Cassa Forense ed il finanziamento delle PMI

 

FEI è il Fondo Europeo per gli Investimenti, controllato dalla Banca Europea degli investimenti; il suo scopo è sostenere le PMI aiutandone la nascita e stimolandone la crescita. Si tratta di un’istituzione europea centrale nello sviluppo del finanziamento delle PMI sul mercato dei capitali.

La Cassa Forense è l’ente previdenziale obbligatorio di tutti gli avvocati italiani: un fondo pensione il cui valore è stimato intorno ai 10 miliardi di euro. Si tratta di un investitore istituzionale, che come tale effettua investimenti su programmi di lungo periodo; un soggetto perfettamente rappresentativo di quel risparmio gestito che si vuole far incontrare alla parte produttiva dell’economia reale, attraverso il finanziamento delle PMI.

È molto probabile che l’azione del FEI in questo contesto sia la ricerca di un’apertura su tutto il mondo delle casse di previdenza ed assistenza professionali; Si tratta di un macrogruppo di investitori in grado di movimentare poco meno di 80 miliardi di euro; nell’attuale congiuntura economica, le casse professionali potrebbero essere interessate ad uscire da logiche di investimento troppo legate al mattone o ai titoli pubblici: nell’ottica di lungo o lunghissimo periodo che caratterizza queste realtà, una visione innovativa delle scelte di investimento può essere l’unico strumento per garantire stabilità e sostenibilità alle possibilità di erogare i propri servizi agli iscritti.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock