Finanza sostenibile: quando le imprese investono sulla società

Tra i progetti messi in campo da Banca IFIS vi è la riduzione delle emissioni di CO2 tramite la scelta di utilizzare, in tutte le sue sedi in Italia, energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili.

Redazione MondoPMI
0
0
Finanza sostenibile

La finanza sostenibile, come molte altre tematiche riguardanti la sostenibilità e l’etica aziendale, è un tema particolarmente sentito nell’ultimo periodo. Ma di cosa si tratta? E in che modo viene applicata all’interno delle aziende?

Creare valore oggi e nel tempo attraverso un uso razionale delle risorse: questo il principio alla base del concetto di sviluppo sostenibile. Applicato alla finanza, questo significa promuovere iniziative che garantiscano non solo un guadagno per l’impresa, ma anche un contributo alla società in termini di soluzioni rispettose dell’ambiente, sostenibili per le persone ed eticamente trasparenti. Sono questi i requisiti che vengono richiesti alle aziende per essere ESG Compliant: Enviroment, Society e Governance.

 

Banca Ifis

 

Imprese e finanza sostenibile: consigli per investimenti green

Alcuni consigli per investire responsabilmente arrivano direttamente dall’EUROSIF, il Forum Europeo per gli Investimenti Sostenibili e Responsabili. Qualche esempio? Investire unicamente in settori legati alle energie rinnovabili, orientare le proprie scelte in base alle misure ESG applicate, escludere quei comparti ritenuti nemici dell’ambiente o poco etici. Queste sono solo alcune delle tecniche di finanza sostenibile in grado di rendere i propri portafogli più green.

Anche per quanto riguarda le imprese le iniziative di finanza sostenibile possono assumere diverse forme. Non solo Green Bond quindi, ma anche scelte più etiche in termini di consumo energetico e prodotti.

Questi punti sono stati al centro dell’intervento di Gianluca De Candia, Responsabile Gestione Commerciale Leasing Banca IFIS, a “Rigenerazione urbana, green finance e misurazione dello sviluppo sostenibile” evento organizzato da Urban Thinkers Campus:

“Con #ifisgreen, Banca IFIS ha lanciato una serie di iniziative a sostegno dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile: mobilità elettrica, riduzione delle emissioni di CO2, diminuzione dell’utilizzo di plastica. Ultimo esempio è il noleggio di Skywell, una nuova tecnologia per gli uffici che genera acqua potabile raccogliendo l’umidità presente nell’aria tramite condensazione.”

Tra i progetti messi in campo da Banca IFIS vi è infatti la riduzione delle emissioni di CO2 tramite la scelta di utilizzare, in tutte le sue sedi in Italia, energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, ma non solo.

“Vi sono operatori che stanno sposando un approccio alla mobilità sostenibile basata sulla riduzione delle emissioni, su introduzione di soluzioni alternative alla mobilità classica e, soprattutto, investendo su progetti di sostenibilità” ha proseguito De Candia. Banca IFIS si è mossa in questa direzione attraverso l’iniziativa IFIS Leasing Green e stringendo partnership di rilievo: quella con Tesla, ad esempio, nel 2019 ha portato la Banca a finanziare l’80% delle Tesla in leasing. In collaborazione con la nota casa automobilistica vi è inoltre in cantiere il lancio del leasing on Line.

In Italia Banca IFIS è invece partner di Adduma Car, la start up innovativa che, dopo aver lanciato in diverse località il servizio di car sharing a flusso libero con 100 veicoli 100% elettrici, ha avviato un nuovo progetto con l’obiettivo di creare un Network “TiMove” su tutto il territorio nazionale, capace di garantire al cliente una mobilità a 360°.