I pagamenti digitali coprono un terzo dei consumi del 2020

Pagamenti in modalità contactless e tramite smartphone: il futuro dei pagamenti digitali è già realtà.

Redazione MondoPMI
0
0
Pagamenti digitali

Nel 2020 i pagamenti digitali sono stati il 33% del totale. In crescita l’uso di contactless e dispositivi mobili.

 

In aumento i pagamenti contactless e tramite smartphone

Nonostante la flessione dei consumi, i pagamenti digitali continuano a crescere. Complessivamente, nel 2020 i consumi si sono ridotti del 13% rispetto al 2019, ma i pagamenti digitali sono in aumento e hanno raggiunto quota 33% del valore totale dei consumi (pari a 268 miliardi di euro).

I risultati dell’analisi svolta dall’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano mostrano in che modo sono cambiate le abitudini di pagamento e di consumo degli italiani durante il 2020.

Lo scoppio dell’epidemia, il lockdown nazionale e la necessità di mantenere le distanze hanno avuto un notevole impatto sui consumi, incentivando l’uso dell’ecommerce e dei pagamenti online.

Questo cambiamento nelle abitudini di spesa e di consumo ha determinato un notevole aumento dell’uso dello smartphone e dei dispositivi indossabili come mezzi di pagamento. Pagare in modalità contactless è ormai diventata un’abitudine consolidata e si svolge in questo modo un pagamento su tre. Rispetto all’anno precedente, è cresciuto dell’80% l’uso di pagamenti tramite smartphone o smartwatch.

 

Banca Ifis

 

Il ruolo di pagamenti a distanza e gli incentivi all’eliminazione del contante

Dall’analisi condotta dall’Osservatorio Innovative Payments emerge anche come nell’ultimo anno abbiano iniziato a diffondersi diversi sistemi che permettono anche a professionisti e a piccole imprese di autorizzare i pagamenti a distanza. Questa soluzione è essenziale, ad esempio, per le attività che offrono il servizio di consegna a domicilio e che possono ricevere direttamente il pagamento dal cliente condividendo con lui un link o un SMS.

Lo smartphone è diventato il principale strumento usato dagli italiani per fare i propri acquisti online o completare i pagamenti da remoto. Gli italiani scelgono sempre più spesso di usare lo smartphone anche per acquistare le ricariche telefoniche e per pagare bollette e bollettini.

Nel 2020 il segmento del mobile payment ha generato transazioni per oltre 1 miliardo di euro. Malgrado i pagamenti in contante rimangano ancora il principale mezzo di pagamento scelto per i propri acquisti, l’Italia sta recuperando il gap con gli altri Paesi europei in merito all’uso di strumenti di pagamento digitali.

Le misure previste dal Piano Italia Cashless puntano proprio a incentivare l’uso di strumenti di pagamento alternativi al contante. Il piano assegna un cashback ai consumatori che scelgono di pagare con carte di credito o di debito e riconosce agli esercenti un credito d’imposta sulle commissioni pagate agli istituti finanziari.

Anche la lotteria degli scontrini punta a incentivare i pagamenti tracciati, offrendo la possibilità di vincere premi in denaro sia per i consumatori sia per i negozianti.