Imprenditoria femminile: +0,72% nel 2016

Quasi 10 mila imprese in più rispetto al 2015.

Redazione MondoPMI
0
0
Imprenditoria-femminile-nel-2016

Secondo quanto riportato dall’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere, sono aumentate anche nel 2016 le imprese femminili. Un trend positivo superiore anche a quello registrato nel 2015.

NUMERI E SETTORI

Il numero di imprese femminili è in costante aumento e, nel 2016, ha raggiunto un totale di un milione e 321.862 unità. Si sono registrate quasi 10 mila imprese in più rispetto al 2015 con una variazione del +0,72%. Le cosiddette Imprese Rosa rappresentano, nel nostro Paese, circa il 21,8% del totale di cui il 70% circa si concentra in 5 settori produttivi principali:

  • commercio;
  • agricoltura;
  • servizi di alloggio e ristorazione;
  • altre attività di servizi e manifattura.

Interessante è il settore manifatturiero che può contare su 57 mila imprese artigiane su 97 mila imprese femminili totali, pari al 58,6%. Questo dato emerge soprattutto nel settore tessile nell’ambito del confezionamento di capi d’abbigliamento o realizzazione di capi in pelle, ma dati interessanti giungono anche da altri settori quali quello alimentare, della produzione di carta e prodotti affini, dei servizi di informazione, del noleggio e dei servizi per edifici e paesaggio.

[BannerArticolo]

Più analiticamente, il settore che domina per presenza di imprese femminili è quello delle attività dei servizi dove circa la metà nel totale delle aziende è guidata da donne. Nell’ambito della sanità, le imprese femminili sono il 38% del totale ed operano principalmente nell’assistenza sociale residenziale e non residenziale. Per quanto concerne invece noleggio, viaggi e supporto alle imprese, il 26% delle 50 mila aziende presenti sono guidate da donne.

Dal punto di vista geografico, le regioni del Sud Italia dominano la classifica con Molise, Basilicata e Abruzzo tra le regioni con il livello più alto di imprese rosa. Fanalino di coda, invece, Trentino Alto-Adige, Lombardia e Veneto dove il numero di imprese condotte da donne rispetto al totale è piuttosto basso. Per quanto riguarda invece il settore dell’artigianato, in regioni quali Marche, Emilia Romagna, Lombardia e Friuli Venezia-Giulia, su circa 100 imprese rosa, 21 sono artigiane, seguite da Veneto, Toscana e Piemonte con circa 20 imprese artigiane femminili su 100.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock