Imprese industriali e dei servizi: il trend del 2017

L'analisi della Banca D’Italia sulle imprese industriali e dei servizi

Redazione MondoPMI
0
0
imprese industriali

La Banca D’Italia ha pubblicato i dati sulle imprese industriali e dei servizi, con riferimento al 2017.

L’analisi della Banca D’Italia sulle imprese industriali e dei servizi: crescono le vendite

La Banca D’Italia ha recentemente pubblicato la sua “Indagine sulle imprese industriali e dei servizi” nell’anno 2017, riferita alle imprese con almeno 20 addetti.  Secondo l’analisi, il 2017 è stato caratterizzato da una ripresa delle vendite delle imprese industriali e dei servizi privati non finanziari. Il volume totale delle vendite delle imprese oggetto dell’analisi è cresciuto a ritmo sostenuto, accelerando rispetto al trend dell’anno precedente. In particolare, nel 2017 la crescita delle vendite è stata del +2,3%, mentre nel 2016 era stato registrato un tasso del +0,3%. La crescita ha interessato sia il mercato interno che le esportazioni ed è diffusa in tutti i tre settori considerati: manifattura, energia e attività estrattive e servizi non finanziari. Anche i prezzi di vendita hanno ricominciato a crescere e il rafforzamento delle vendite ha trainato anche la domanda di lavoro.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Imprese industriali e dei servizi: i dati su investimenti e accesso al credito

Secondo lo studio condotto dalla Banca d’Italia, nel 2017 sono risultati in crescita anche gli investimenti delle imprese, che hanno registrato un +2,7% rispetto all’anno precedente. La spesa per investimenti è cresciuta in maniera più intensa tra le piccole e medie imprese, mentre è rimasta sostanzialmente stabile per le grandi imprese. Più della metà delle imprese ha dichiarato di aver beneficiato di misure di incentivo come credito d’imposta, iper e super ammortamento. Per il 2018 si prevede un’ulteriore accelerazione degli investimenti, stimata al +5,3%. Per quanto riguarda l’accesso al credito, l’85% delle imprese che ha fatto domanda per ottenere un finanziamento ha ricevuto l’intero importo, mentre la quota di imprese che ne hanno ricevuto solo una parte o a cui è stato negato si è stabilizzata al 14%.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock