Incentivi innovazione PMI: due italiane tra le premiate dall’UE

Le aziende riceveranno finanziamenti dall'UE

Redazione MondoPMI
0
0
incentivi pmi innovative

Ci sono due aziende italiane tra le prime 57 aziende premiate dall’Unione Europea all’interno del programma pilota del Consiglio Europeo per l’Innovazione, che si pone l’obiettivo di fornire incentivi all’innovazione nelle PMI.

Nell’ambito del progetto pilota dell’European Innovation Council (EIC), l’Unione Europea ha destinato 94,25 milioni di euro alle prime 57 piccole e medie imprese selezionate. Le aziende riceveranno quindi dei finanziamenti a sostegno delle loro proposte di innovazione. Tra le imprese scelte vi sono due italiane, entrambe con sede in Lombardia.

Incentivi innovazione PMI: lo strumento di EIC

I finanziamenti per le 57 aziende europee selezionate provengono dallo Strumento per le PMI, che è parte del piano pilota del Consiglio Europeo per l’Innovazione. L’iniziativa si colloca all’interno di Horizon 2020, il più grande programma europeo di Ricerca e Innovazione. Con questo strumento, l’Unione Europea si pone l’obiettivo di incentivare l’innovazione nelle PMI, sostenendo le piccole e medie imprese nello sviluppo delle idee rivoluzionarie, tramite l’erogazione di finanziamenti a supporto di questi investimenti. Le aziende partecipanti hanno proposto i loro progetti a una giuria composta da imprenditori, business angels e esperti di innovazione. Maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione e di presentazione del proprio progetto innovativo sono disponibili sul sito della Commissione Europea.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Due italiane tra le PMI innovative selezionate

Ci sono anche due PMI italiane tra le prime 57 PMI selezionate dal programma europeo, entrambe con sede in Lombardia.

  • La prima PMI italiana selezionata è Aeris Group Holding S.r.l., una piccola impresa con sede a Clusone, in provincia di Bergamo. Il suo progetto IHS si pone come obiettivo lo sviluppo di un sistema di umidificazione efficiente ed ecologico con applicazione nel settore tessile.
  • La seconda azienda è Tensive, una startup biomedicale milanese. Nello specifico, il progetto che verrà finanziato è Regenera, che ha l’obiettivo di produrre protesi innovative per la rigenerazione del tessuto adiposo per le pazienti oncologiche che si sono sottoposte a interventi di rimozione del seno.

Ogni progetto finanziato riceverà fino a 2,5 milioni di euro (5 milioni per i progetti che riguardano il settore sanitario). Il Paese che ha avuto più aziende selezionate è la Spagna, con 13 PMI, seguita da Paesi Bassi (6) e da Francia e Finlandia, entrambe con 5 imprese scelte.