Innovazione: in cosa investono le imprese?

Esempi di innovazione sono la partnership tra imprese e mondo accademico e la costruzione di aree di Ricerca e Sviluppo capaci di dare una spinta alla produzione.

Redazione MondoPMI
0
0
in cosa investono le imprese

Innovare, innovare, innovare. Sembra ormai diventato questo il mantra della maggior parte delle imprese italiane ed europee, che vedono nell’innovazione enormi potenzialità di crescita. Questa tendenza è confermata anche da una recente ricerca di Deloitte, che evidenzia come l’88% delle aziende europee abbia deciso di aumentare gli investimenti in innovazione.

Entrando nel dettaglio del report, si evince che l’avvento delle nuove tecnologie guida l’innovazione per il 92% delle aziende, mentre le necessità di consumatori sempre più informati ed esigenti spingono l’86% delle imprese a scegliere questo percorso, specialmente nei settori dei beni di consumo (96%), tecnologia (94%), trasporti e logistica (92%). Anche il cambiamento demografico ha il suo peso in questo trend.

In tante aziende, quindi, è in corso un vero e proprio rinnovamento, non solo tecnologico, ma anche gestionale e professionale. Nel primo ambito gli investimenti maggiori sono relativi all’analisi dei dati (69%) e al cloud computing (62%), ma è probabile che nei prossimi anni l’attenzione si concentrerà sempre più anche sull’intelligenza artificiale (43%) e sulla robotica. Alcuni esempi applicativi? Robot automatizzati, oggetti intelligenti, assistenti virtuali e chatbot.

 

Banca IFIS Impresa

 

Per rimanere sempre aggiornate sulle novità tante aziende hanno avviato partnership con il mondo accademico, centri di ricerca e startup, con l’obiettivo di essere “contagiate” da menti fresche e che siano flessibili ai rapidi cambiamenti del mercato. D’altro canto, però, le stesse imprese hanno sviluppato al proprio interno aree di Ricerca e Sviluppo (R&D) capaci di dare una grossa spinta alla produzione. E in queste troviamo nuove figure professionali come sviluppatori software e web, consulenti e analisti che iniziano a costituire ruoli sempre più determinanti per la crescita dell’azienda.

I PRINCIPALI OSTACOLI ALL’INNOVAZIONE

Ma è facile innovare? Non sempre. Tornando alla ricerca di Deloitte, infatti, il 34% delle aziende intervistate ha individuato nella resistenza culturale il principale ostacolo alla promozione dell’innovazione, particolarmente sentito in settori quali l’assicurativo (39%), il bancario e finanziario (36%), l’automotive (29%). Altre tematiche, invece, sono legate al tema della sicurezza dei dati (30%), ma anche alla mancanza di competenze tecniche e di fornitori in grado di implementare soluzioni tecnologiche avanzate. Infine, il 32% delle aziende italiane evidenzia la difficoltà di accesso a personale con competenze tecniche utili a innovare e il 22% sente la mancanza di sostegno da parte del governo.

Al netto di questi ostacoli, l’innovazione rimane al centro della strategia di tante aziende, che la considerano un elemento chiave per costruire il proprio futuro.

Leggi anche i nostri 4 consigli per fare innovazione all’interno di un’impresa!

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock