Nasce nsaPMIndex, l’indice annuale sullo stato di salute delle PMI

Sono stati sottoposti ad analisi e misurazione più di 850 mila bilanci.

Redazione MondoPMI
0
0
stato di salute delle pmi

Dalla collaborazione tra l’Ufficio Studi del Gruppo Nsa e il Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna è nato nsaPMIndex, il primo indice annuale globale sullo stato di salute delle PMI italiane.

Le PMI generano circa il 50% del Pil del Paese e oltre l’80% dell’occupazione, per questo è apparso fondamentale monitorarne l’andamento e verificarne la condizione: è questo l’obiettivo principale di nsaPMIndex che si propone di rendere conoscibile a tutti lo stato di salute delle piccole e medie aziende italiane.

STATO DI SALUTE DELLE PMI: I DATI RACCOLTI

Sono stati sottoposti ad analisi 850 mila bilanci depositati dalle aziende e i primi risultati raccolti hanno dimostrato che le PMI nel 2017 hanno avuto una performance positiva pari a quasi il 3%:

  • In crescita i servizi (+7,6%), insieme a commercio (+2,2%) e industria (+1,5%);
  • Calano, invece, l’edilizia (-3,8%) e i trasporti (-0,6%).

 

Banca IFIS Impresa

COME FUNZIONA L’INDICE SULLO STATO DI SALUTE DELLE PMI?

In prima istanza, sono stati individuati i fattori determinanti per la misurazione ed è stato assegnato loro un certo peso. Tra questi, in ordine decrescente di importanza, figurano:

  • La liquidità: per ponderarla si è fatto uso del cosiddetto test acido, risultato del rapporto tra le attività correnti, al netto delle rimanenze, e le passività correnti;
  • La marginalità: è espressa dal Ros (Return on sales), l’indice di redditività delle vendite che misura quanto reddito operativo è generato dai ricavi;
  • La crescita: espressa dal fatturato.

Altri elementi considerati nel calcolo dell’nsaPMIndex sono l’indebitamento (rapporto tra debiti e capitale investito), gli investimenti, i dipendenti in termini di costo del lavoro, l’efficienza (rapporto tra fatturato e capitale investito), e l’onerosità finanziaria (rapporto tra oneri finanziari e fatturato).

Affinché la misurazione avvenga nel modo più preciso e accurato possibile, è indispensabile una frequentazione intensa con l’impresa. Il Gruppo Nsa ha visitato oltre 110 mila PMI e ha analizzato oltre 850 mila bilanci, ciò gli ha permesso di avere una visione completa dell’andamento delle imprese durante l’arco dell’anno e di comprenderne le dinamiche di crescita e flessione, consentendo un’analisi e un intervento tempestivi per la risoluzione di eventuali situazioni critiche.

Il bisogno di avere a disposizione dati sempre aggiornati sulle imprese ha spinto il Gruppo Nsa ad affiancare, all’annuale nsaPMIndex, una comunicazione trimestrale del sentiment relativo all’andamento delle aziende: non si tratta di un vero e proprio indice ma dello stato d’arte di una PMI in tempo poco più che reale. Al termine di ogni trimestre solare, le imprese partner di nsaPMIndex segnalano tutte le variazioni operate entro quel lasso di tempo in termini di fatturato, occupazione, finanziamento, investimenti, ordini, clienti e tempi di pagamento. Da questi elementi, quindi, viene ricavato in modo immediato il sentiment del settore PMI che permette di monitorare le dinamiche aziendali in modo costante e continuativo.

Per altre informazioni sul trend delle PMI del nostro Paese, approfondisci l’argomento sul nostro articolo relativo alle aziende italiane leader della crescita.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock