Il progetto Farnesina-Ice per assistere e sostenere le PMI

Redazione MondoPMI
0
0

L’Italia è il fanalino di coda in Europa nella partecipazione alle gare d’appalto internazionali; per questo nasce il progetto Farnesina-Ice con il nome di “In Gara con Noi – Tender Lab”, presentato ieri nella sede del ministero e che vede appunto la collaborazione tra Farnesina e Ice. L’obiettivo sarà quello di assistere e sostenere tutte quelle PMI che puntano ad essere più competitive nelle gare internazionali.

Il ministro degli Affari esteri Angelino Alfano ritiene che sia possibile fare ancora molto per migliorare il posizionamento nel mercato delle gare internazionali delle PMI italiane. Questa idea ha spinto alla creazione di uno strumento concreto e operativo diretto a colmare il gap di conoscenza nelle PMI dei meccanismi delle regole e delle procedure per partecipare alla competizione internazionale. Da qui nasce il progetto Farnesina-Ice, che permetterà alle aziende di entrare in contatto con stazioni appaltanti.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Il progetto Farnesina-Ice: la formazione per colmare il gap della conoscenza

Il programma di formazione del ministro degli Affari, punto centrale del progetto Farnesina-Ice esteri prevede una consulenza gratuita di circa 10 ore per le aziende interessate alla partecipazione dei bandi internazionali. La formazione sarà effettuata con il supporto dei migliori profili della faculty Ice, rappresentanti degli organismi internazionali e figure chiave delle stazioni appaltanti internazionali.

Le 10 ore di formazione verteranno su aspetti chiave come la consulenza tecnico legale, la ricerca di partner e la revisione delle offerte. Dopo che le aziende avranno preso parte al programma, potranno entrare direttamente in contatto con specialisti del settore e responsabili delle stazioni appaltanti.

Il primo modulo del progetto Farnesina-Ice verrà erogato in sei città italiane iniziando da Ancona e passando per Napoli, Torino, Vicenza, Bologna e Bari.

Questa iniziativa affianca le PMI italiane e può dare una spinta importante all’intero sistema del Made in Italy. Secondo uno studio portato avanti dalla Farnesina infatti, le aziende che sono state sostenute dal ministero nell’attività di internazionalizzazione, hanno contribuito a produrre 21,4 miliardi di valore aggiunto, sostenendo circa 307mila posti di lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock