SRL semplificata: come si apre

Procedura e costi iniziali che l'imprenditore deve seguire e sostenere per aprire una srl semplificata.

Redazione MondoPMI
0
0
srl semplificata

Qual è la procedura per aprire una SRL semplificata e quali i costi?

Come aprire una SRL semplificata

La SRL semplificata, spesso indicata anche come SRLS, è un particolare tipo di società introdotto in Italia nel 2012, con il decreto Liberalizzazioni firmato dal governo Monti.

Una SRL semplificata mantiene la struttura di una SRL, ma sono previste delle agevolazioni e delle semplificazioni nel processo di apertura. La differenza più immediata con la SRL tradizionale riguarda il capitale sociale.

Il capitale sociale di una SRL semplificata ha un importo compreso tra 1 e 10.000 euro e deve essere interamente versato dai soci all’atto della costituzione. I soci possono conferire soltanto denaro, non essendo ammessi conferimenti in altra forma. Un altro vincolo riguarda la natura dei soci: possono partecipare a una SRLS solo persone fisiche e non persone giuridiche.

Inizialmente, la possibilità di costituire una SRLS era offerta solo alle persone con meno di 35 anni. Questo vincolo è stato rimosso nel 2013 e ora chiunque abbia compiuto 18 anni può creare una srl in versione semplificata.

La costituzione della SRL semplificata va fatta di fronte a un notaio, utilizzando per l’atto pubblico un modello standard tipizzato. Chi sceglie di costituire una SRLS si impegna a rispettare quanto previsto dallo statuto standard, rispetto al quale sono ammesse solo delle modifiche limitate.

Banca IFIS Impresa

Quali sono i costi di apertura

Dal momento che la normativa prevede l’utilizzo di un modello tipizzato per l’atto pubblico, la costituzione della SRL semplificata non prevede il pagamento di spese notarili. 

Gli unici costi da sostenere per l’apertura della SRL semplificata sono:

  • l’imposta di registro: 200 euro;
  • i diritti camerali: 120 euro, con lievi differenze tra le diverse Camere di Commercio;
  • la tassa di concessione governativa: 309,87 euro;
  • i diritti di segreteria per la vidimazione dei libri sociali: diritto fisso di 25 euro;
  • la marca da bollo da applicare ai libri sociali: 16 euro ogni 100 facciate.

A questi costi di apertura vanno sommati i costi annuali per i diritti camerali, la tassa di concessione governativa per la vidimazione dei libri sociali e i diritti camerali per il deposito del bilancio.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock