Stato dell’ibrido in Italia: a che punto siamo? La top 5 delle ibride del 2019

Rispetto ad un’auto alimentata a carburante, l’auto ibrida garantisce un risparmio di circa 600-650€ ogni anno.

Redazione MondoPMI
0
0

Il 2019 è stato l’anno dell’ibrido: le case automobilistiche di tutto il mondo hanno iniziato a convertire i loro modelli di punta in auto hybrid, plug-in o full hybrid, sulla spinta di un bisogno sempre più pressante di una mobilità sostenibile e rispettosa dell’ambiente. La possibilità che le auto ibride entrino nelle case di tutti gli italiani è ancora lontana a causa dei costi d’acquisto elevati, ma si sono già fatti passi enormi verso una maggiore accessibilità di questo prodotto e allo stanziamento di incentivi e agevolazioni per chi volesse passare all’elettrico.

Cerchiamo, quindi, di fare un po’ di chiarezza su questa tematica ancora poco battuta, e vediamo qual è la differenza tra auto ibride plug-in e full hybrid in termini di vantaggi; analizziamo, poi, lo stato del mercato dell’ibrido in Italia e concludiamo con una classifica delle 5 migliori auto ibride del 2019 per vendite, prezzo e performance.

Banca IFIS Impresa

 

FULL HYBRID O PLUG-IN? LA DIFFERENZA

Il mercato dell’automobile ospita diversi tipi di auto ibride: la versione tradizionale, la plug-in e la full hybrid. L’ibrida plug-in può essere alimentata attraverso una normale presa di ricarica domestica, oppure presso una colonnina di ricarica rapida di pubblica fruizione, esattamente come un’ibrida tradizionale ma, grazie ad una batteria più grande, può godere di una maggiore autonomia, consentendo di percorrere lunghe tratte in modalità elettrica e di ridurre, così, le emissioni di CO2. Le ibride plug-in, però, hanno un costo di acquisto molto alto e le loro prestazioni sono in parte penalizzate dal peso della batteria che influisce sull’accelerazione.

Anche le full hybrid hanno prezzi spesso non accessibili a tutti ma sono molto più facili da usare rispetto alle plug-in: grazie al sistema automatico di ricarica della batteria, che immagazzina energia durante le decelerazioni, non ci si deve più preoccupare dell’autonomia della vettura.

Se guardassimo alla spesa annua che un’auto ibrida comporta, scopriremmo che le plug-in sono nettamente più economiche nel lungo periodo rispetto ad una full-hybrid: le prime richiedono una spesa complessiva stimata sugli 850€, mentre le seconde si aggirano sui 1.250€ annui (ipotizzando una percorrenza quotidiana di 50 Km). Rispetto ad un’auto alimentata a carburante, il risparmio è di circa 600-650€ ogni anno.

AUTO IBRIDE: A CHE PUNTO È L’ITALIA?

Secondo i dati ANFIA relativi al primo semestre 2019, il totale delle auto ibride immatricolate in Italia è di 27.294: il 34,5% in più rispetto allo stesso periodo nel 2018. In Europa, dove le immatricolazioni sono state 192.087, l’Italia ha conquistato il secondo posto, subito dopo la Germania che di auto ibride ne ha vendute 40.673. A seguire:

  • Il Regno Unito, con 26.258 immatricolazioni
  • La Francia, con 22.982 immatricolazioni
  • La Spagna, con 22.412 immatricolazioni

LA TOP 5 DELLE MIGLIORI AUTO IBRIDE DEL 2019

Ora che l’anno è quasi terminato, possiamo fare un bilancio delle auto ibride più vendute nel 2019 e che si classificano ai primi posti per prezzo e prestazioni:

  1. Toyota Yaris Hybrid

È stata l’auto ibrida più venduta in assoluto grazie alla sua forma super compatta che la rende perfetta per muoversi in città. Yaris abbina un’unità 1.5 benzina ad un motore elettrico, per una potenza complessiva di 101 CV, un consumo a ciclo medio di 3,7 litri di benzina per 100 Km, ed emissioni di CO2 nell’ordine di 84 g/Km. Il prezzo di listino parte dai 19.950€.

  1. Kia Niro

È una crossover con un’anima sportiva e una coupé. Il motore, un 1.8 a benzina abbinato ad un’unità elettrica, raggiunge una potenza complessiva di 122 CV, con un consumo a ciclo medio di 3,8 litri per 100 Km e 86 g/Km di emissioni di CO2. Disponibile in tre configurazioni, è in vendita a partire da 29.000€.

  1. Toyota Rav4 Hybrid

La quarta generazione della Rav4 ha detto addio al gasolio e si è concentrata sull’ibrido, abbinando l’unità 2.5 benzina ad un motore elettrico da 218 CV di potenza complessiva. Raggiunge un consumo medio di 4,5 litri di benzina per 100 Km, e tra i 105 e i 100 g/Km di emissioni di CO2. Disponibile a 2 e a 4 ruote motrici, ha un costo che parte da 34.550€.

  1. Toyota Corolla Hybrid

La Corolla è disponibile in due versioni, entrambe ibride, 1.8 e 2.0, con potenze rispettivamente di 122 CV e 179 CV. Quest’ultima garantisce l’avanzamento in modalità 100% elettrica, fino ad una velocità di 115 Km/h. In vendita a partire da 27.300€ la prima variante, e da 31.850€ la seconda. Ha un consumo medio di 4,1-4,6 litri di benzina per 100Km, ed emissioni nell’ordine di 76-89 g/Km di CO2.

 

Vuoi conoscere anche le migliori auto elettriche del 2019? Leggi il nostro articolo!