Tutto quello che c’è da sapere sull’assicurazione di un’auto aziendale

Per quanto riguarda l’iter e la gestione del contratto tra l’assicurazione di un’auto aziendale e quella di un’auto privata non passa alcuna differenza sostanziale.

Redazione MondoPMI
0
0
auto aziendale

L’assicurazione dell’auto aziendale rappresenta un tasto dolente per le aziende che mettono a disposizione i propri veicoli ai dipendenti. Le polizze tra le quali poter scegliere sono tantissime, e sono molti anche gli elementi da tenere in considerazione. Come districarsi, quindi, nel mondo delle assicurazioni delle auto aziendali?

DIFFERENZA TRA L’ASSICURAZIONE DI UN’AUTO AZIENDALE E DI UN VEICOLO PRIVATO

Innanzitutto, è importante sapere che l’assicurazione di un’auto aziendale è più o meno simile ad una polizza tradizionale: la principale differenza è che il contratto di assicurazione viene stipulato non con un singolo individuo ma con un’azienda.

La polizza può coprire un unico veicolo aziendale o un’intera flotta ed è permesso stabilire che, tutti i contratti stipulati dopo il primo, abbiano la stessa scadenza assicurativa, anche se possiedono una decorrenza differente.

 

Banca IFIS Impresa

 

Per quanto riguarda l’iter e la gestione del contratto, invece, tra l’assicurazione di un’auto aziendale e quella di un’auto privata non passa alcuna differenza sostanziale: entrambi prevedono il diritto di mantenere inalterata la classe di merito del guidatore in conseguenza di un comportamento virtuoso alla guida. Chi volesse assicurare un’auto personale ed avesse già guidato un veicolo aziendale, inoltre, può richiedere alla compagnia assicurativa un attestato di rischio che consente di mantenere la stessa classe di merito anche nella nuova polizza.

LA REGOLAMENTAZIONE DELLA POLIZZA DI UN’AUTO AZIENDALE

Il Codice della strada (legge n. 120/2010) impone la registrazione, obbligatoria per l’azienda, del nome e del cognome del fruitore del veicolo sulla carta di circolazione, insieme con la data di inizio e di fine del periodo di utilizzo del mezzo. Ciò permette al datore di lavoro di tutelarsi da eventuali danni causati da sinistri stradali dei quali è responsabile il dipendente.

Nel caso di incidente, l’articolo 321 stabilisce che il conducente debba farsi carico del risarcimento se i danni sono stati provocati intenzionalmente o siano dovuti a negligenza. In quest’ultimo caso possiamo distinguere tre casistiche:

  • Negligenza lieve: il lavoratore non è ritenuto responsabile del danno provocato;
  • Negligenza media: il dipendente sarà chiamato a risarcire parte del danno provocato;
  • Negligenza grave: il lavoratore dovrà farsi carico dell’intero danno provocato.

COME SI SCEGLIE L’ASSICURAZIONE DI UN’AUTO AZIENDALE

Quando si decide di stipulare la polizza di un’auto aziendale devono essere presi in considerazione diversi fattori come:

  • Il rischio professionale: se il lavoro è ad alto rischio sarà minore la responsabilità che grava in capo al dipendente;
  • Le capacità del dipendente conducente dell’auto aziendale: in alcuni casi l’azienda è chiamata a formare il lavoratore per evitare il rischio del concorso di colpa;
  • La situazione finanziaria: sia quella del datore che quella del dipendente;

La retribuzione del dipendente: più è elevato lo stipendio del lavoratore, maggiore è la sua possibilità di corrispondere i danni.

Fino a qualche anno fa erano poche le compagnie assicurative alle quali potersi rivolgere per stipulare l’assicurazione di un’auto aziendale. Oggi, invece, è possibile trovare la polizza ideale grazie ai numerosi servizi online di comparazione prezzi, all’aumento del numero delle compagnie di settore, e alla possibilità di creare assicurazioni personalizzate che soddisfino ogni esigenza.

ASSICURAZIONE DI UN’AUTO AZIENDALE: COME RISPARMIARE?

Come per le auto ad uso privato, quindi, anche per le auto aziendali è possibile comparare più preventivi online, valutando in modo rapido e gratuito diverse proposte per selezionare quella che meglio aderisce alle esigenze dell’azienda, sia in termini di clausole contrattuali che di prezzo.

Ma è possibile usufruire di un maggior risparmio sull’assicurazione dell’auto aziendale?

Un’alternativa conveniente è sicuramente quella del noleggio a lungo termine: di qualunque tipo siano i mezzi di cui l’azienda necessita (auto, furgoni, camion, …), grazie al noleggio è possibile trovare veicoli già dotati di assicurazione a copertura totale.

Un’altra soluzione degna di considerazione è quella della polizza temporanea, ideale per i casi in cui l’azienda non necessiti di veicoli per tutto l’anno ma solo per periodi limitati di tempo.

Sempre per lo stesso motivo, è possibile ricorrere ad un’assicurazione sospendibile: si tratta di un’assicurazione flessibile che può essere sospesa per un periodo non superiore ai 12 mesi e non inferiore ai 30 giorni, durante il quale ovviamente l’auto non può essere utilizzata.

Quanto viene a costare un’auto aziendale in un anno? Te lo riveliamo in un articolo.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock