Acceleratore di startup dell’alimentare

Startupbootcamp Foodtech: due italiane tra le nove selezionate

Redazione MondoPMI
0
0

Startupbootcamp Foodtech è un acceleratore di startup globale e indipendente. Realizzato per contribuire allo sviluppo nel settore del foodtech. Startupbootcamp ha indetto una selezione per un programma di accelerazione della durata di 3 mesi, con partenza il 16 ottobre. Coinvolti sono i settori enogastronomico e alimentare.

Anche in questi settori, le nuove tecnologie hanno portato a innovazioni nei software, nelle possibilità commerciali ed aprono nuove prospettive per i processi e la strumentazione per la produzione, la sicurezza e il tracciamento dei prodotti agroalimentari ed enogastronomici.

Quanti i partecipanti?

Alla selezione indetta da Startupbootcamp Foodtech sono state presentate 755 application da circa 70 paesi. Di queste, solo 18 le startup selezionate ai Selection Days. Ben il 21% delle candidature è giunto dall’Italia. A seguire poi: USA con il 14%, India con il 9%, Regno Unito con 8%, Francia con il 7%, Israele con il 6%, Olanda con il 5% e Germania con il 4%.

Rispetto alle precedenti edizioni sono cresciuti sia le application che i paesi partecipanti. Per il primo caso si è registrato un aumento del 12,96%, mentre nel secondo caso del 15%. Da queste percentuali si evince come l’acceleratore di startup stia crescendo molto sia sul piano della copertura territoriale che del numero di partecipanti.
TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

In che modo l’acceleratore sosterrà le startup?

Startupbootcamp Foodtech investirà per le startup 15mila euro di capitale e fino a 35mila in prestiti convertibili. Garantirà inoltre servizi di formazione, tutor e mentoring in una rete di 150 esperti e più di 1000 investitori. E ancora, saranno più di 1000 gli investitori e più di 400mila euro le risorse investite per i servizi erogati dai vari partner; a questo si aggiungono i costi per l’ospitalità durante i sei mesi del progetto.

acceleratore di startup: I risultati della selezione:

9 è il numero finale di startup selezionate, tra cui 2 italiane:

  • MyFoody, il cui obiettivo è quello di ovviare al problema dello spreco del cibo nella grande distribuzione grazie ad un app per individuare i prodotti in scadenza.
  • Orthoponics, il cui obiettivo è offrire soluzioni intelligenti per realizzare il proprio orto sul balcone di casa.

Le vincitrici hanno ottenuto il sostegno perché innovative negli ambiti dell’agricoltura di precisione, nell’acquaponica e dei cibi sostitutivi.

acceleratore di startup: Partner di primo livello:

Startupbootcamp FoodTech darà sostegno alle 9 startup scelte anche con l’aiuto di partner di eccezione. Con la collaborazione di partner quali LVenture Group, Cisco, Orienta, Monini, M3 Investimenti e Gambero Rosso, fornirà loro le conoscenze necessarie per accelerare il proprio business e per affacciarsi sul mercato mondiale.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock