Annata 2015: settore vitivinicolo ai vertici mondiali

Superata la Francia per quantità prodotta dopo un 2014 difficile.

Redazione MondoPMI
0
0
settore-vitivinicolo

La produzione vinicola Made in Italy sorpassa quella francese ritornando prima al mondo per quantità.

Secondo i dati pubblicati dall’OIV, l’organizzazione internazionale della vigna e del vino, dopo un 2014 sottotono a causa di fattori meteorologici avversi, l’annata 2015 si prospetta molto buona per qualità e quantità dei prodotti.

A livello globale la quantità di vino prodotta aumenterà del 2% superando i 275 milioni di ettolitri, nel nostro Paese il settore vitivinicolo produrrà 48,9 milioni di ettolitri, in crescita del 10% rispetto all’anno precedente, mentre in Francia un modesto 1% di aumento porterà la produzione a 47,4 milioni. Nella classifica mondiale al terzo posto troviamo la Spagna ben distaccata dalle prime due nazioni e a seguire si confermano gli Stati Uniti che hanno registrato la crescita più grossa degli ultimi anni.

Rimane comunque il continente europeo il più produttivo a livello mondiale con 164,6 milioni di ettolitri anche se le aree del Sud America, Australia e Sudafrica restano molto attive nel mercato.

Dato importante da sottolineare è come il vino sia sempre più un prodotto che prosegua il suo percorso di internazionalizzazione: se nel 2000 il 27% dei vini consumati al mondo proveniva da un paese estero già nel 2014 questa quota è salita al 43% con ulteriori previsioni di crescita. Per venire incontro ad un sempre maggior numero di palati, soprattutto tra il pubblico femminile, cresce la quota di mercato del vino rosato cresciuto di oltre il 20% negli ultimi 10 anni.

Image Credit: Shutterstock