Aumentano le vendite del commercio al dettaglio

Bene a giugno, ancora meglio se si considera l'ultimo anno.

Redazione MondoPMI
0
0
vendite-dettaglio

Secondo le rilevazioni Istat del mese di giugno 2016 le vendite del commercio al dettaglio hanno registrato un incremento congiunturale dello 0,2% in valore e dello 0,1% in volume.

Questo dato si deve in particolare ai volumi di vendita fatti registrare dai prodotti non alimentari che crescono dello 0,4% in valore dello 0,4% dello 0,3% in volume. A fare da contrappeso ci sono i prodotti alimentari che subiscono una flessione nelle vendite dello 0,1% sia per quanto riguarda il valore che il volume.

Tra aprile e giugno di quest’anno l’indice complessivo delle vendite al dettaglio in valore ha registrato una variazione congiunturale positiva dello 0,1% mentre per quanto riguarda il volume diminuisce dell0 0,1% rispetto al trimestre antecedente.

buoni i risultati complessivi dell’ultimo anno

La variazione annua rispetto a giugno 2015 è ben più ampia: le vendite del commercio al dettaglio aumentano complessivamente sia in valore (+0,8%) che in volume (+0,2%). Nell’ultimo anno, sono stati i beni non alimentari quelli che hanno avuto un incremento maggiore: +1% in valore e +0,5% in volume.

Scendendo maggiormente nel particolare, gli aumenti tendenziali si registrano per quasi tutti i gruppi di prodotti non alimentari. Sono comunque i mobili, gli articoli tessili, e l’arredamento (+2,1%) e giochi, giocattoli, sport e campeggio (+1,7%). ù

Per quanto riguarda le superfici di vendita, rispetto ad un anno fa, aumenta il valore delle vendite sia nelle imprese che operano nella grande distribuzione sia in quelle operanti sulle piccole superfici.

Image credit: shutterstock