Blue Tech: PMI italiane in collaborazione con imprese USA

Blue Tech: USA cerca collaborazione in Italia

Redazione MondoPMI
0
0
collaborazione con imprese usa

Lo scorso 19 marzo a Roma si sono svolti 150 incontri bilaterali tra imprese e ricercatori italiani con una delegazione delle aziende statunitensi, nell’ambito dell’economia marittima e portuale. Si tratta di una missione statunitense con l’obiettivo di stimolare la collaborazione con imprese USA da parte di imprese italiane, tra cui un numero rilevante di PMI. La missione va sotto il nome di Blue Tech. Scopo degli incontri è stato di sondare le possibilità di collaborazione con le imprese USA nel campo specifico delle nuove tecnologie marine.

Blue Tech: collaborazione con imprese USA per le aziende e le PMI italiane

Le aziende statunitensi sono interessate a possibili collaborazioni con imprese e ricercatori italiani in diversi settori del comparto marittimo e portuale, tra cui principalmente quelli riguardanti le imbarcazioni e i servizi di supporto alla navigazione, le soluzioni green per la pulizia delle coste, il monitoraggio dell’ambiente, le attrezzature marine e i servizi collegati, o le soluzioni integrate per sicurezza marina e portuale.

Il motivo di questa visita in Italia da parte delle aziende USA è la notevole presenza nel nostro Paese di aziende che operano in questo settore. Sono infatti circa 35 mila le aziende italiane attive nella cantieristica navale e marina, nella ricerca, e nella regolamentazione della tutela ambientale e delle estrazioni marine.
Il settore conta un totale di 265 mila occupati e produce 17 miliardi di valore aggiunto.

[BancaIFIS1]

Blue Tech: la collaborazione con imprese USA e i suoi ambiti strategici

Per le imprese italiane che puntano ad una collaborazione con imprese USA il rafforzamento della cooperazione tocca alcune linee di sviluppo strategiche, individuate nel contesto degli incontri bilaterali:

  • ambiente marino e fascia costiera;
  • biotecnologie blu;
  • energie rinnovabili dal mare;
  • risorse abiotiche e bitiche marine;
  • cantieristica e robotica marina;
  • infrastrutture di ricerca;
  • sostenibilità e usi economici del mare.

Una collaborazione spinta anche dai fondi europei

Il sostegno alle PMI e ai ricercatori in termini di innovazione e internazionalizzazione si rivela quindi di fondamentale importanza. Questo sostegno arriva direttamente da Een, la rete di supporto alle PMI istituita dalla Commissione europea e operante in oltre 60 paesi con la partecipazione di più di 600 membri locali.

Per l’Italia in particolare, che presenta eccellenze in questo settore, è importante l’incontro con partner strategici delle Nazioni Unite, per continuare la costante crescita delle PMI italiane del settore nautico.

[BancaNL]