Non solo Brenta per le scarpe venete: Il Distretto Calzaturiero di Verona

Redazione MondoPMI
0
0

Se si parla di calzature in Veneto, il primo pensiero va sicuramente al Distretto del Brenta, ma non è l’unico che nella Regione si occupa della produzione di scarpe. In provincia di Verona, infatti, si trova il Distretto Calzaturiero Veronese, che si sviluppa intorno ai comuni di San Giovanni Ilarione, Bussolengo, Sona, Pescantina, Villafranca e naturalmente, il capoluogo scaligero. Il Distretto è specializzato nella produzione di calzature da passeggio in pelle e cuoio sia per uomo che per donna, ma nell’area distrettuale sono presenti anche attività rivolte alla preparazione della concia e del cuoio , di prodotti ausiliari per la industria calzaturiera e delle pelli.

Le aziende appartenenti al distretto fanno sistema tramite due enti distinti e con scopi diversi, che forniscono servizi e supporti in stretta collaborazione con enti regionali, locali, associazioni di categoria, università. Si tratta del Consorzio FOCAVER, che cura le problematiche legate alla formazione, e del consorzio Shoes Export Verona, che supporta le aziende nella internazionalizzazione e nell’export.

La storia del distretto calzaturiero veronese parte negli anni ’50, grazie ad aziende che lavoravano come terzisti per imprese tedesche, ma è soltanto negli anni ’90 che il settore a livello locale prende coscienza della sua maturità e delle sue dimensioni importanti.

Attualmente il distretto si trova ad avere a che fare con i problemi che attanagliano la gran parte delle PMI italiane, legati soprattutto alle logiche del mercato globale, per cui ogni singola azienda, anche se grande sul territorio, diviene “granello di sabbia” sul mercato globale.