Campania: cresce il numero di PMI e di giovani imprenditori

Redazione MondoPMI
0
0

La Camera di Commercio di Milano ha pubblicato uno studio sui dati del registro delle imprese relativo al terzo trimestre del 2014 da cui emerge un dato incoraggiante: benché la crisi non sia stata ancora superata l’imprenditoria in Italia non è morta, anzi sta affrontando un trend timidamente positivo.

Per alcune zone in precedenza considerate tra i fanalini di coda della nostra economia, in particolare, emergono dati che lasciano ben sperare.

La Campania, ad esempio, sta facendo registrare un aumento lento ma costante nel numero delle PMI.

Dalla ricerca emerge che un italiano su dodici, circa l’8,5% della popolazione, ha un’attività imprenditoriale e la percentuale maggiore di imprenditori è concentrata nelle quattro grandi realtà metropolitane italiane: Roma in testa, seguita da Milano, Napoli e Torino. Da sole queste città superano il milione di attività.

La lenta rinascita dell’economia campana, in particolare, è merito anche dell’eccellenza raggiunta nell’agroalimentare e dall’innovazione dei distretti femminili collocati a Benevento e Avellino.

A Benevento va anche il primato per il peso dell’agricoltura sul totale delle imprese: un’azienda su due è specializzata nel settore primario.

Anche per quanto riguarda l’imprenditoria giovanile la Campania fa registrare dati di spicco: se la pole position spetta alla Calabria, con il primato di Crotone, anche Caserta si afferma tra le prime provincie in Italia per aziende condotte da under 35.

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA PMI?[/callto]