Cresce l’ attesa per il Congresso Mondiale del Pomodoro di Sirmione

Redazione MondoPMI
0
0

Dopo aver fatto tappa in Canada, Portogallo, Cina e Tunisia arriva in Italia il Congresso Mondiale del Pomodoro ospitato nella splendida cornice di Sirmione (Lago di Garda), dall’8 all’11 giugno.

“Dalla terra alla tavola: un impegno comune per il futuro dei prodotti trasformati a base pomodoro” sarà il tema dell’undicesima edizione, il più importante evento mondiale dedicato al pomodoro, punto ferma della dieta mediterranea. Una tappa che assume grande rilievo se si considera che il Belpaese è il secondo maggior produttore al mondo di pomodoro da industria, preceduto solo alla California, grazie alla grandissima capacità produttiva delle numerose PMI che operano nel settore.

Il Congresso è organizzato da AMITOM, Association Méditerranéenne Internationale de la Tomate e dal World Processing Tomato Council, e attende i più importanti player del mercato nazionale ed internazionale. Sono previsti infatti oltre 500 operatori del settore e i riflettori saranno puntati sugli interventi di primari operatori quali India, Russia, Iran e Brasile, rappresentanti dei nuovi mercati di sbocco, al fine di poter costruire gli scenari futuri di mercati e politiche che permettano di valorizzare e commercializzare il prodotto.

I temi trattati riguarderanno  inoltre nuovi trend di consumo del pomodoro da industria e soprattutto  il futuro dell’export,  che si rivolge all’estremo Oriente e all’Asia: un bacino particolarmente promettente in quanto i derivati del pomodoro trovano in questi territori un potenziale di grande sviluppo.

Argomento caro, questo, all’Italia, che stando ai dati del 2013 vanta una produzione complessiva di 4 milioni di tonnellate ed una previsione di 4,8 milioni di tonnellate per il 2014. Una nazione che però destina  solo il 44% al consumo interno mentre riserva all’export la restante percentuale della produzione.

 il Congresso sarà ospitato dall’Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari (AIIPA) e Fedagri-Confcooperative, col patrocinio dell’Organizzazione Interprofessionale Distretto del Pomodoro da Industria – Nord Italia e la collaborazione di ANICAV – Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali.