Emilia Romagna leader nell’export dell’agroalimentare

Redazione MondoPMI
0
0

L’Emilia Romagna si dimostra la prima regione per export agroalimentare in Italia con una percentuale del 16%. Essendo la regione con la più alta concentrazione di prodotti Dop e Igp più conosciuti al mondo, l’Emilia Romagna, mantiene saldo il primato sul territorio nazionale per questa tipologia di produzioni.

Regione e Unioncamere hanno fornito un dato davvero importante: l’export dei prodotti agroalimentari dell’area emiliano-romagnola nel 2013 ha raggiunto un valore complessivamente di circa 5 miliardi e 480 milioni di euro per le PMI locali, raggiungendo rispetto all’anno precedente un incremento del 5,4% .

Tra le voci più significative ci sono in ordine: i salumi (poco più di 600 milioni di euro), i formaggi e i prodotti caseari (circa 600 milioni di euro), pasta e cereali (poco meno di 600 milioni di euro), vino (con quasi 400 milioni euro). Tra i prodotti agricoli la frutta fresca ha la percentuale maggiore, rappresentando più della metà delle esportazioni agricole regionali.

Per continuare in questa direzione, occorre contrastare le barriere tariffarie e tutelare le contraffazioni all’estero dei prodotti Dop e Igp. In relazione a ciò infatti verrà attuato un progetto che prevede di triplicare i fondi per la commercializzazione dei prodotti Dop e Igp in USA e Canada attraverso la grande distribuzione.

Anche l’Expo 2015 contribuirà a questo obiettivo grazie a una serie di eventi commerciali riguardanti le fiere Cibus, Cibus Tech e Sana, oltre a un bando che finanzierà iniziative per attirare compratori stranieri.